Ferraioli Calcolatore balistico Accedi alla chat di airgunsitaly Meteo

Benvenuti nel Forum Airguns Italy, dedicato al Tuning ed alle Customizzazioni delle Armi ad Aria Compressa, al Torneo Forum Match Air Bench Rest, e molto altro ancora.


Ultimo accesso: meno di un minuto fa Oggi è gio 21 nov 2019, 15:26

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]




 [ 58 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: lun 17 lug 2017, 7:32 
Non connesso
Maestro di tiro
Maestro di tiro

Iscritto il: mer 4 dic 2013, 22:17
Messaggi: 1434
Località: Zanè
Età: 61

Località: Zanè (VI)
Enrico Bj ha scritto:
E SI, con le lenti centrate si ha il massimo rendimento ottico (visuale più nitida, riferimenti più precisi), inoltre l'errore delle torrette è minimo (più ci si allontana dal centro e maggiore è la variazione angolare ad ogni click).

Carissimo GuliR io punto a questo è ci voglio provare.
Il metodo che mi hai suggerito tu lo tengo come alternativa se non riesco a realizzare a casa l'altro.
Voglio evitare di trovarmi in mezzo ad un campo a maneggiare su un'ottica.
Comunque è utile avere una alternativa.

Oggi ho i campionati regionali di nuoto di mio figlio a Monastier TV, ma se domani è tranquillo e mi da una mano ci provo.

Sarà in ogni caso una bella esperienza.
Devo risolvere il problema di trovare la giusta postura e la giusta distanza ottica-pupilla, ma con la carabina in morsa non è facile.
Al limite la metto alla stessa distanza della Weaver.

Una giornata di tregua e poi incomincia.
Ciao Gianberto


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 17 lug 2017, 7:40 
Non connesso
Maestro di tiro
Maestro di tiro

Iscritto il: mer 4 dic 2013, 22:17
Messaggi: 1434
Località: Zanè
Età: 61

Località: Zanè (VI)
guliR ha scritto:
Ad esempio a 50 m, volendo averlo tarato a 160 il poi deve essere alto di 28 cm AMEN.
guliR

Dalle prove pratiche sul campo tarando l'ottica a 160 metri e sparando ad un bersaglio a 100 metri il POI è più alto di mm 370.
Me lo spieghi come può essere di mm 280?
Ciao Gianberto


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 17 lug 2017, 9:45 
Non connesso
Supporter
Supporter
Avatar utente

Iscritto il: dom 26 set 2010, 14:26
Messaggi: 914
Località: Trento
Età: 68

Località: Trento
Urca .... comincio a preoccouparmi.... :frustata: :frustata: :frustata:
Guarda le parabole che ti ha postato Enrico e vedrai che a 50 m i valori in gioco sono quelli.
Ciao
GuliR


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 17 lug 2017, 10:33 
Non connesso
Supporter
Supporter

Iscritto il: ven 28 nov 2014, 14:52
Messaggi: 454
Età: 53

Località: Savona
No dai, non scherziamo... tutto l'ambaradan (morsa, figlio come aiutante, calcoli balistici, etc., etc., etc. ) e poi, a causa di questa procedura, rischi di non montare bene il cannocchiale come estrazione pupillare?
Tutto questo per evitare di maneggiare l'ottica sul campo e, forse, per risparmiare due o tre cartucce del .22?
Oltretutto mettendoci molto più tempo e risorse di una taratura "normale".
Sono d'accordo con Gulir... è una corazzata Potëmkin...
Sartori... o non ce la conti giusta o, altrimenti, è puro masochismo.
O, forse, esasperato sperimentalismo d'avanguardia? Comunque sia, de gustibus...

Come ho già avuto modo di scrivere recentemente in altro topic, il centraggio del reticolo è cosa buona e giusta, nostro dovere e fonte di... ma comunque non deve diventare una mania abbacinante.
Se è vero che tale condizione rappresenta lo stato ideale per la meccanica delle regolazioni e per la resa ottica del sistema... è altrettanto vero che un buon cannocchiale (e il Competition è ottimo) funziona comunque bene anche con le torrette "scentrate".
L'importante è avere sempre margine di manovra e non trovarsi mai in posizioni troppo "sbandate", specialmente con la regolazione iniziale della deriva.

E ve lo dice uno strenuo propugnatore del centraggio e, di conseguenza e inevitabilmente, degli attacchi regolabili, che ho sempre consigliato, in tempi non sospetti (ormai da vari anni, anche su altri forum).
Attacchi regolabili (quelli commerciali) che, quasi certamente, non userei su un 6 mm BR Farè o in un Challenge BR 1000 yard (messaggio subliminale per GuliR...).


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 17 lug 2017, 13:32 
Non connesso
Maestro di tiro
Maestro di tiro

Iscritto il: mer 4 dic 2013, 22:17
Messaggi: 1434
Località: Zanè
Età: 61

Località: Zanè (VI)
guliR ha scritto:
Urca .... comincio a preoccouparmi.... :frustata: :frustata: :frustata:
Guarda le parabole che ti ha postato Enrico e vedrai che a 50 m i valori in gioco sono quelli.
Ciao
GuliR

Si Guglielmo hai ragione, guardando con il computer invece che con il cell. si vede bene la traiettoria.
Conferma anche che il calo da metri 160 a 100 è di cm 36/37.
a 50 metri è a cm 28
a 80/90 merti è a cm 36/37
ed a 160 metri siamo a 0

Finito con le mie prove è la volta che mi decido di imparare ad usare un programma balistico.

Si può capire che dopo i 100/120 metri il colpo va un po in affanno ma io sono ancora fiducioso.
In una gara a Pisa con il 22 LR sui 200 metri il primo a piazzato due rosate dentro i mm 50
il bersaglio di P10.

Gingillo, come ho scritto all'inizio io con la Weaver T36 mi trovavo bene ma avendo il bersaglio in ombra volevo qualche cosa di più luminoso alla distanza fissa di metri 160.
Tutto quello che cerco è quello di ottenete la massima luminosità e definizione possibile con la Leupold.
Se ci sono problemi d'estate di luminosità figurati in inverno.
Non pretendo di centrare perfettamente l'ottica, pretendo solo di sfruttare la sua posizione di massima luminosità e definizione.

E' relativamente importante che il reticolo sia centrato sul bersaglio come deriva, perchè alla fine si spara sempre compensando.

Nel posto dove sparo c'è sempre un po di brezza che influisce notevolmente sul 22 LR.
Per quanto ci abbia provato e regolare il reticolo lo ho sempre fatto con la brezza e quindi non è una centratura reale.

Per me è sufficiente avere il giusto alzo, faccio dei tiri di prova, memorizzo visivamente le posizione dei quattro segnavento
e quando si ripresenta la stessa posizione sparo compensando senza tarare la deriva.
Lo so che è un po macchinoso ma al momento uso questa tecnica.

Domani mattina monto l'ottica e poi entro fine settimana la provo sul campo.
Siate fiduciosi.
Ciao
Gianberto


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 17 lug 2017, 14:22 
Non connesso
Supporter
Supporter
Avatar utente

Iscritto il: dom 26 set 2010, 14:26
Messaggi: 914
Località: Trento
Età: 68

Località: Trento
Mandami in MP una tua mail che ti mando una tabellina con centro a 160 m ed il passo dei click 1/8.
Con 38 moa di estensione ( non moltissimo per il leupold comp ) potresti giocare con le distanze usando l' attacco inclinato.
Ciao
guliR

Mi correggo, te la mando in MOA così non devi fare divisioni ..... :grin: :grin:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 17 lug 2017, 15:33 
Non connesso
Supporter
Supporter

Iscritto il: ven 28 nov 2014, 14:52
Messaggi: 454
Età: 53

Località: Savona
Gingillo ha scritto:
Credo che ora sia chiaro il motivo per cui il metodo della rotazione per centrare l'ottica sia migliore di quello dello specchio (e, in realtà, questo è solo uno dei motivi).

Enrico Bj ha scritto:
No, non mi è chiaro cosa intendi. Molto dipende dalle caratteristiche ottiche, con tanti ingrandimenti e obiettivo relativamente piccolo è difficile vedere il riflesso del reticolo, potresti spiegarci gli altri motivi? Tra specchio e rotazione solitamente mi trovo qualche click di differenza... :rolleyes:

In realtà stavo rispondendo con riferimento a una domanda che sartori mi aveva già fatto in un'altra vecchia discussione...
Il metodo dello specchio è certamente valido (mi sembra l'abbia indicato proprio la Leupold qualche anno fa, anche se poi l'ha eliminato dal suo sito web...) ma ha anche qualche limite per cui, a mio personale parere, è preferibile quello della rotazione sui blocchi a V.
Intanto (e non è certo poco), non sempre funziona (vedi Competition di sartori) perché in alcuni casi, come hai già detto giustamente tu, è difficoltoso vedere il riflesso del reticolo.
In tal senso, da quello che ho letto in giro, sembra sia meglio utilizzare uno specchio perfettamente piano, con riflessione frontale in prima superficie ("front surface mirror" - FSM).
Me cojoni...

Per vedere il riflesso del reticolo, poi, bisogna comunque far entrare un po' di luce all'interno e in questo caso c'è chi interpone anche qualche oggetto (tre monete, vetrini da miscroscopio, etc.) tra lo specchio e il bordo campana... aggiungendo un'altra variabile "pericolosa" perché il principale difetto di questo sistema, a mio avviso, è l'eccessiva sensibilità all'angolo che forma l'asse del tubo con lo specchio.
Se non c'è una perfetta ortogonalità tra l'asse dell'ottica e la superficie riflettente dello specchio, infatti, il risultato cambia parecchio: con ottiche molto lunghe, campane piccole e con ghiera di parallasse frontale (AO), ad esempio, tale condizione è tutt'altro che scontata.
Anche il metodo della rotazione, per la verità, può risentire di tolleranze costruttive un po' allegre (diametro tubo e spessore rivestimento di finitura), anche se è già un po' più difficile.

Quanto alle differenze di risultato tra un sistema e l'altro... "indovinala grillo!".
Anch'io ne ho potuto rilevare parecchie e di entità nemmeno poi trascurabile.
Troppe variabili, meglio non agitarsi troppo e scegliere serenamente di che morte (uno dei due sistemi) morire...

Gingillo ha scritto:
Mettere degli spessori nella slitta per compensare eventuali disallineamenti della deriva è già un lavoro un po' più "pesantuccio"...

Enrico Bj ha scritto:

Lavoro pesante... non per noi ma per il tubo dell'ottica!
Ma anche qui c'era un "precedente"... roba da maniscalchi...


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 17 lug 2017, 16:57 
Non connesso
Supporter
Supporter
Avatar utente

Iscritto il: ven 24 mag 2013, 7:48
Messaggi: 11223
Età: 44

Località: Treviso
Gingillo ha scritto:
Per vedere il riflesso del reticolo, poi, bisogna comunque far entrare un po' di luce all'interno e in questo caso c'è chi interpone anche qualche oggetto (tre monete, vetrini da miscroscopio, etc.) tra lo specchio e il bordo campana...

Nuuuuuuu nu nu nu!!! Guai!
Lo specchio deve essere piano e va appoggiato con delicatezza, il vetro si flette, per fare entrare luce basta che lo specchio sia più grande dell'obiettivo e che ci sia una sorgente luminosa con la giusta incidenza. Gli specchi utilizzati sui laser da discoteca vanno benissimo, basta attendere che qualche ciovincello ribecillito ne scassi uno con la testa et voilà... Specchietto gratis! :grin:
La comodità dello specchio è che puoi utilizzarlo ovunque senza avere bisogno di smontare l'ottica, inoltre con le ottiche decenti (vedi Leupold) non c'è il rischio che il piano della campana non sia ortogonale all'asse ottico, avevo provato sulla mia Leupold 3-9x33 EFR: rotazione e specchio coincidevano! (Anche sulla Nikko, ma quella è fortuna)
Il metodo della rotazione può creare problemi solo se il tubo "erettone" è disassato causa assemblaggio ACDC, cosa che capita raramente con le decenti Leupold.
Non dimentichiamoci che lo scopo di tutto questo è avvicinarsi al bersaglio per la taratura di fino, non di certo fare centro al primo colpo.

P.S.: anche io sono contrario agli attacchi regolabili, preferisco una stabile scina inclinata fatta su misura (o quasi).


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar 18 lug 2017, 13:03 
Non connesso
Maestro di tiro
Maestro di tiro

Iscritto il: mer 4 dic 2013, 22:17
Messaggi: 1434
Località: Zanè
Età: 61

Località: Zanè (VI)
Questa mattina ho sostituito l'ottica della carabina seguendo la procedura elencata precedentemente.
Ho segnato su un foglio piazzato a 19 metri dove puntava il reticolo, poi la ho smontata ed ho montato i nuovi attacchi.
Poi con la rotazione ho centrato il reticolo sui nuovi attacchi.

Premetto che la vecchia ottica era stata spessorata con gli spessori progressivi ci carta con più di 20 MOA e non so
in che posizione si trovasse il reticolo ma sicuramente molto oltre la mezzeria.

La sorpresa è che con il reticolo centrato ed i nuovi attacchi tutti bassi sia anteriore che posteriore mi sono trovato che il reticolo
centrato puntava mm 310 più in alto di quello vecchio.
Ho provato al avvitare totalmente la vite di regolazione di quello posteriore ma sono riuscito ad abbassarmi di soli mm 145.
La vite fa due giri completi di corsa e la sua escursione a 19 metri è di solo mm 145.
Da mm 310 se tolgo mm 145 mi restano altri mm 161 per arrivare ai mm 4 calcolati da Enrico.

Sono convinto che la carabina non si sia mossa dalla morsa, ma se anche fosse si potrebbe essere mossa di 1 o 2 mm.

A questo punto mi sono dovuto arrendere e mi sono quindi concentrato sulla ricerca della giusta distanza pupillare
per la mia postura di tiro ed a mettere in bolla il reticolo con il fila e piombo.

Domani seguirò il consiglio di GuliR e piazzerò un bersaglio a metri 50 e poi regolerò l'ottica più alta di mm 280 per essere
più o meno centrata a 160 metri.
Questa regolazione nel limite del possibile sarà fatta con gli attacchi registrabili.
La corsa come detto prima è di due giri completi, io adesso ho bloccato tutto ad 1,5 giri.
Se dovrò alzare mi rimane an altro mezzo giro e poi lavorerò con le torrette.

Domani pomeriggio vi comunicherò i risultati.
Ciao
Gianberto


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar 18 lug 2017, 16:30 
Non connesso
Supporter
Supporter

Iscritto il: ven 28 nov 2014, 14:52
Messaggi: 454
Età: 53

Località: Savona
Con la vecchia ottica così tanto spessorata e il reticolo molto oltre la mezzeria... è normale che la nuova con reticolo centrato e gli attacchi livellati punti parecchio più in alto.
Bisogna vedere se riuscirai a recuperare il divario, tenendo conto che il Leupold ha anche meno escursione del Weaver...
Forse ci volevano gli FX No Limits che hanno molta più capacità di regolazione come escursione verticale rispetto agli Sportsmatch: a vantaggio di questi ultimi, però, c'è una migliore regolazione fine (con la vitina) e un'apparentemente migliore stabilità (ma di questo non sono affatto sicuro perché la FX, di certo, non fa porcate).
So che ti faccio venire l'orticaria... ma un bel po' lo puoi recuperare anche avvicinando gli attacchi tra loro: se la scina te lo permette prova a montarli al centro dei due semitubi, che ci guadagni anche in "estetica"...
Se non basta... girale un po' 'ste torrette che il Competition non si offende... e poi, intanto, è già inc@zzato per gli attacchi...


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar 18 lug 2017, 16:45 
Non connesso
Maestro di tiro
Maestro di tiro

Iscritto il: mer 4 dic 2013, 22:17
Messaggi: 1434
Località: Zanè
Età: 61

Località: Zanè (VI)
Grazie Gingillo per l'idea.
Se mancherà poco posso provare ad avvicinare gli attacchi.
Mi hai ridato un po' di fiducia per evitare di muovere le torrette.
Sono d'accordo che Enrico ha fatto i calcoli giusti ma il tutto non ha funzionato per l'eccessiva inclinazione dell'ottica.
Ciao
Gianberto


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar 18 lug 2017, 16:45 
Non connesso
Maestro di tiro
Maestro di tiro

Iscritto il: mer 4 dic 2013, 22:17
Messaggi: 1434
Località: Zanè
Età: 61

Località: Zanè (VI)
Grazie Gingillo per l'idea.
Se mancherà poco posso provare ad avvicinare gli attacchi.
Mi hai ridato un po' di fiducia per evitare di muovere le torrette.

Sono convinto che Enrico abbia fatto i calcoli giusti ma il tutto non ha funzionato per l'eccessiva inclinazione dell'ottica.
Ciao
Gianberto


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar 18 lug 2017, 17:08 
Non connesso
Supporter
Supporter
Avatar utente

Iscritto il: dom 26 set 2010, 14:26
Messaggi: 914
Località: Trento
Età: 68

Località: Trento
Gingillo ha scritto:
Se non basta... girale un po' 'ste torrette che il Competition non si offende... e poi, intanto, è già inc@zzato per gli attacchi...

Posso baciarti ???

no .... no .... che ti fai idee strane.

Dai Gingillo che facciamo violenza a Giamberto ed al suo leupoldone e lo facciamo azzerare a + 29 con una riserva di torretta che gli permetta di azzerare a 50.
Con due conti della serva 1 moa a 50m è 1,45 cm 29/ 1,45 = 20 Moa ... ne ha 38 a disposizione .... con un pelino di imbroglio della schifezza di attacco :whink: salva capra e cavoli...
Ciao
guliR


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar 18 lug 2017, 17:51 
Non connesso
Supporter
Supporter
Avatar utente

Iscritto il: ven 24 mag 2013, 7:48
Messaggi: 11223
Età: 44

Località: Treviso
Più gli attacchi sono vicini e maggiore è l'inevitabile disassamento... In deriva!

BR Extreme anche col .22 LR? Ecco il prezzo da pagare! :laugh:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar 18 lug 2017, 18:03 
Non connesso
Maestro di tiro
Maestro di tiro

Iscritto il: mer 4 dic 2013, 22:17
Messaggi: 1434
Località: Zanè
Età: 61

Località: Zanè (VI)
guliR ha scritto:

Dai Gingillo che facciamo violenza a Giamberto ed al suo leupoldone e lo facciamo azzerare a + 29 con una riserva di torretta che gli permetta di azzerare a 50.
Con due conti della serva 1 moa a 50m è 1,45 cm 29/ 1,45 = 20 Moa ... ne ha 38 a disposizione .... con un pelino di imbroglio della schifezza di attacco :whink: salva capra e cavoli...
Ciao
guliR


Prometto che quando acquisto una 222 userò attacchi fissi in acciaio ma sulla 22 non ho ancora buttato la spugna.
Ciao Gianberto


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar 18 lug 2017, 18:05 
Non connesso
Supporter
Supporter
Avatar utente

Iscritto il: ven 24 mag 2013, 7:48
Messaggi: 11223
Età: 44

Località: Treviso
Edit: da quanto leggo sul sito del produttore gli ATP61 consentono 40MoA di inclinazione, con azzeramento a 36m per i 160m servono 21.1MoA, strano che tali attacchi non ti bastino! Se la carabina ha subito una rotazione mentre era in morsa, causando uno spostamento di solo 1mm sulla verticale...


Top
 Profilo  
 
 [ 58 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010 Full Version