Ferraioli Calcolatore balistico Accedi alla chat di airgunsitaly Meteo

Benvenuti nel Forum Airguns Italy, dedicato al Tuning ed alle Customizzazioni delle Armi ad Aria Compressa, al Torneo Forum Match Air Bench Rest, e molto altro ancora.


Ultimo accesso: meno di un minuto fa Oggi è lun 21 ago 2017, 9:31

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]




 [ 107 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Re: Piombini e lubrificazione.
MessaggioInviato: lun 9 ago 2010, 13:29 
Non connesso
Maestro di tiro
Maestro di tiro

Iscritto il: lun 29 mar 2010, 22:54
Messaggi: 1232
Località: Padova (Provincia)
Età: 74
Se mi permettete, ho letto i post, vi ho trovato molta fantasia che sicuramente non nuoce.
Inizialmente è descritto che un "acciaio al piombo" per garantire una maggiore durezza e da una maggiore scorevolezza ai piombini.
Si dovrebbe approffondire di più la tecnologia dei metalli e delle leghe, ma siamo qui per divertirci e penso non serva tanto approfondire.
Un tempo si usava questo sistema, però l'uso del piombo in lega era legato a non tutti i metalli, che poi non era piombo ma antimonio.
Oggi non viene più usato, oggi ci sono acciai speciali, e trattamenti termici per dare maggior consistenza ad una lega.
Parlando di antimonio, un elemento altamernte tossico se a contatto con la pelle, qualche stato lo ha bandito, ma quì in Italia viene ancora usato vedasi gli elettrodi delle batterie per auto, per questo motivo dicono di fare molta attenzione nello smaltimento.
Potete usare chi vuole anche il prosecco per detergere i piombini, il risultato è garantito.
A volte da più risultati una convinzione che una regola.

Buoni tiri bea gente :friends:

_________________
Semper Fidelis
--------------------
Renzo


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Piombini e lubrificazione.
MessaggioInviato: lun 9 ago 2010, 13:55 
Non connesso
Supporter
Supporter
Avatar utente

Iscritto il: mar 10 nov 2009, 18:15
Messaggi: 5297
Località: lodi
Età: 60
...pero' ...pensandoci bene...che le performances si elevino ( ovvero le rosate a parita' di condizioni si stringano) applicando un metodo , anche se apparentemente empirico,e questo sia applicabile e ripetibile, e' un fatto , non una fantasia, e' la base della sperimentazione '' moderna''...senza prestesa ovviamente di essere neppure lontanamente assimilata ad alcunche' di scientifico.
...
fuor di polemica.
...
stop.

_________________
GUARNITIO SI NE QUA NON
Immagine
SICILIA TIRO SPORTIVO - I FALCHI DI SICILIA - AIRGUNS ITALY TEAM

"FALCO DI SICILIA ONORARIO TESSERA N. 32"

ImmagineImmagine


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Piombini e lubrificazione.
MessaggioInviato: lun 9 ago 2010, 17:21 
Non connesso
Supporter
Supporter
Avatar utente

Iscritto il: ven 9 ott 2009, 11:12
Messaggi: 7308
Età: 66

Località: Asola
GOTEMPNO ha scritto:
...pero' ...pensandoci bene...che le performances si elevino ( ovvero le rosate a parita' di condizioni si stringano) applicando un metodo , anche se apparentemente empirico,e questo sia applicabile e ripetibile, e' un fatto , non una fantasia, e' la base della sperimentazione '' moderna''...senza prestesa ovviamente di essere neppure lontanamente assimilata ad alcunche' di scientifico.
Ok, ma non dimenticare ( mi riallaccio anche al progressivo restringimento delle rosate del tuo messaggio precedente) che entra in ballo un fattore certamente empirico ma ripetibilmente migliorativo che è il tiratore. A forza di dai non vuoi che gradualmente restringa le rosate per il solo miglioramento del gesto tecnico? :whink:
Ciao.

_________________
Ennio


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Piombini e lubrificazione.
MessaggioInviato: mar 10 ago 2010, 11:03 
Non connesso
Smanettone
Smanettone

Iscritto il: lun 22 mar 2010, 20:17
Messaggi: 181
Località: pieve
Abram ha scritto:
GOTEMPNO ha scritto:
...pero' ...pensandoci bene...che le performances si elevino ( ovvero le rosate a parita' di condizioni si stringano) applicando un metodo , anche se apparentemente empirico,e questo sia applicabile e ripetibile, e' un fatto , non una fantasia, e' la base della sperimentazione '' moderna''...senza prestesa ovviamente di essere neppure lontanamente assimilata ad alcunche' di scientifico.
Ok, ma non dimenticare ( mi riallaccio anche al progressivo restringimento delle rosate del tuo messaggio precedente) che entra in ballo un fattore certamente empirico ma ripetibilmente migliorativo che è il tiratore. A forza di dai non vuoi che gradualmente restringa le rosate per il solo miglioramento del gesto tecnico? :whink:
Ciao.

Bravo Abram proprio così anch'io la penso come te :cheers:


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Piombini e lubrificazione.
MessaggioInviato: mer 11 ago 2010, 10:46 
Non connesso
Supporter
Supporter
Avatar utente

Iscritto il: mar 10 nov 2009, 18:15
Messaggi: 5297
Località: lodi
Età: 60
...il gesto tecnico per mia esperienza disegna una parabola di efficienza che sino ad un certo punto tende ad infinito , quando poi entra in gioco la stanchezza, la distrazione, la fretta,mutano le condizioni di luce attreaverso le lenti...(e basta una nuvola, a 18 ingrandimenti , per '' sbarellare'' nei tiri succassivi, di 5 mm...)l' aumento della temperatura ed il relativo effetto miraggio... il sopraggiungere di stracciaculi vari...la succitata parabola tende a zero.
il tiratore e' una variabile che si puo' tranquillamente aggirare sostituendolo...spesso cedo la mia carabina durante le sessioni di tiro a chi spara ''certificatamente come un dio '', e fubi sa di chi parlo...per cerificare che determinati miei risultati raggiunti siano attribuibili per gran parte al mezzo tecnico...

_________________
GUARNITIO SI NE QUA NON
Immagine
SICILIA TIRO SPORTIVO - I FALCHI DI SICILIA - AIRGUNS ITALY TEAM

"FALCO DI SICILIA ONORARIO TESSERA N. 32"

ImmagineImmagine


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Piombini e lubrificazione.
MessaggioInviato: mar 24 ago 2010, 17:26 
Connesso
Supporter
Supporter
Avatar utente

Iscritto il: sab 7 ago 2010, 19:43
Messaggi: 2013
Località: Padova
Età: 59
Confesso che la mia esperienza tecnica è pari a sottozero, e accetto volentieri gli scappellotti che da più parti sento arrivare sulla nuca. :cry:
Ciononostante, da questa bellissima discussione, mi sento di aver estrapolato una mia verità, una verità appunto da straprincipiante; per avere costanza nel tiro, partendo ovviamente da buon occhio e buon ferro, bisogna inserire nell' equazione meno variabili possibili. Ogni pur piccola modifica nella meccanica e nella fisica di quel meccanismo semplice e nello stesso tempo complesso che è un' arma, si ripercuote amplificato su ciò che è il fine ultimo di questo sport; fare centro.
Se un giorno facciamo una rosata che assomiglia al fondo di una padella per caldarroste, non prendiamocela subito con lo sporco e l' impiombamento; forse siamo noi, che andremmo lubrificati !
Chiedo scusa per l' intromissione, sotto con gli scappellotti. :friends:

_________________
Maurizio
[i]carabina Typhoon Houston 4,5 C5 inside---HW 977 depo C5 inside---pistola A.C. Franchi---AK47 full metal Cyma softair---HW 40
LA MIA PAGINA YOUTUBE


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Piombini e lubrificazione.
MessaggioInviato: mar 24 ago 2010, 17:38 
Non connesso
Smanettone
Smanettone

Iscritto il: lun 22 mar 2010, 20:17
Messaggi: 181
Località: pieve
:cheers: più che lubrificati oserei dire allenati...... :whink:
Un esempio la mia stupefacente BENELLI KITE DEL VALORE odierno di più di mille € mi ha dato una rosata mai vista prima, l'altra sera nel mio tunnel privato, ma la colpa è veramente dell'attrezzo?!?!
Allora io penso che per sparare bisogna essere concentrati e ben riposati altrimenti non si centra un melone a 5 mt.... :smile:


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Piombini e lubrificazione.
MessaggioInviato: mar 24 ago 2010, 18:16 
Non connesso
Maestro di tuning
Maestro di tuning
Avatar utente

Iscritto il: dom 11 ott 2009, 11:10
Messaggi: 4287
Località: Sicilia (Panormus)
Età: 47

Località: palermo
bulbsrtw ha scritto:
Confesso che la mia esperienza tecnica è pari a sottozero, e accetto volentieri gli scappellotti che da più parti sento arrivare sulla nuca. :cry:
Ciononostante, da questa bellissima discussione, mi sento di aver estrapolato una mia verità, una verità appunto da straprincipiante; per avere costanza nel tiro, partendo ovviamente da buon occhio e buon ferro, bisogna inserire nell' equazione meno variabili possibili. Ogni pur piccola modifica nella meccanica e nella fisica di quel meccanismo semplice e nello stesso tempo complesso che è un' arma, si ripercuote amplificato su ciò che è il fine ultimo di questo sport; fare centro.
Se un giorno facciamo una rosata che assomiglia al fondo di una padella per caldarroste, non prendiamocela subito con lo sporco e l' impiombamento; forse siamo noi, che andremmo lubrificati !
Chiedo scusa per l' intromissione, sotto con gli scappellotti. :friends:

Nessuno scappellotto tranquillo :nod: , qui il parere espresso ha lo stesso valore sia se pronunciato da un esperto che da un principiante. :whink:
La verità appunto è che spesso la grande differenza la fa il tiratore, che spesso è la variabile più grande. :nod: :smile:
Come sottolineavano anche dagli amici sopra. :happy:

_________________
Chi non ride mai non è una persona seria.
_____________
Gabriele.
_____________________
SICILIA TIRO SPORTIVO[/color] - I FALCHI DI SICILIA - AIRGUNS ITALY TEAM


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Piombini e lubrificazione.
MessaggioInviato: mar 24 ago 2010, 21:19 
Non connesso
Supporter
Supporter
Avatar utente

Iscritto il: ven 9 ott 2009, 11:12
Messaggi: 7308
Età: 66

Località: Asola
883 ha scritto:
....spesso la grande differenza la fa il tiratore...
E' per questo che sono convinto che si dovrebbe separare il momento della ricerca da quello del tiro meditato. L'ideale sarebbe che a smanettare o alchimizzare fosse uno e a tirare fosse un altro proprio per evitare condizionamenti.
Anche nel semplice confronto tra piombini lubrificati o no come si può valutare oggettivamente un risultato se chi sta sperimentando è anche chi tira?
Penso che la convinzione che il piombino lubrificato vada meglio o il dubbio che vada peggio sia più che sufficiente a condizionare il tiratore introducendo nel binomio tiratore-arma un inquinamento che renda la prova inattendibile.
Forse per le pcp si potrebbe aggirare l'ostacolo usando la morsa, ma con le springer che sono quelle più bastarde?
Ciao.

_________________
Ennio


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Piombini e lubrificazione.
MessaggioInviato: mar 24 ago 2010, 22:17 
Non connesso
Maestro di tiro
Maestro di tiro
Avatar utente

Iscritto il: dom 17 gen 2010, 12:27
Messaggi: 1044
Località: Milano città
Età: 62
In questi ultimi post ho letto passaggi interessanti e valide esperienze scaturite nel tempo, riporto l'esempio mio personale, anni fà alle prese con le prime armi e la scelta del pallino giusto mi sono fatto prendere dalla pulizia di canne e pallini, passavo serate a lavare, asciugare e oliare pallini di varie marche, ad essere sincero un piccolo aumento di velocità lo ho riscontrato, maggiore con i JSB in quanto probabilmente tra i pallini già più performanti :whink: .. col tempo però tra letture varie e prove sono arrivato a non lavare più i pallini a meno di imbattersi in qualche scatolaccia piena di sfridi di lavorazione o dalla ossidazione evidente, e le canne rimangono così come sono leggermente impiombate, non possiedo armi particolarmente potenti di conseguenza se proprio mi voglio togliere la curiosità di vedere qualche pezzuola uscire sporca lo faccio anche, consapevole però che quasi tutto il tolto dopo un pò si riposizionerà al pari di prima :doh: .
In effetti una depo non ha bisogno di pulizie di canna particolari, anzi se pulita bisogna aspettare un minimo di impiombatura per riacquistare stabilità e costanza, che sono poi quelle qualità che si perdono a fronte di pulizie troppo frequenti :hi: ..
Saluti fubi77

_________________
Le armi vecchie hanno più fascino ma ..
anche quelle moderne se la cavano ..

______
Fulvio


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Piombini e lubrificazione.
MessaggioInviato: mer 25 ago 2010, 8:53 
Non connesso
Supporter
Supporter
Avatar utente

Iscritto il: mar 10 nov 2009, 18:15
Messaggi: 5297
Località: lodi
Età: 60
...quoto tutti...
...ma proprio tutti tutti...
...anche gli amici che dicono il contrario di quello che penso...
...infatti le loro rosate sono peggio delle mie...
...poi sono molto meglio...
...poi io raggruppo per un determinato periodo...
...poi loro scovolano e se lo dimenticano e la sessione dopo sbarellano...
...poi io mi dimentico, dopo magari due mesi, che pallino era il migliore e ne testo un' altro che si rivela '' piu' migliore ancora'''...
...poi arriva uno che spara benissimo out the box...
...poi regala la carabina perche' dopo 15 gg diventa lassativa...
...ed io molycotto la canna di quello che l' ha ricevuta e va pure peggio...
...la provo io e faccio un buco con 4 colpi...
...poi dopo 25 anni di anshutz + fwb tiro il grilletto di una (ciofeca?!?) gamo 440 hunter e mi diverto come un matto a fare delle rosatine gentili nel terremoto di rezioni di quell' autoscontro...
...
...poi arriva un bimbo di 10 anni...mattia...
...attirato dalle toposagome nel campetto...
...curiosita' di bimbo...
...sparacchia con la mia norconia e si gasa...
...mi impegno x due ore in full immersion di ft...
...ma non abbatte granche'...
...il pivello...
...gli faccio vedere io...
...rosatine chirurgiche...
...strage di toposagome...
...mi si demoralizza...
...
...ma vi giuro che quanto poi raccontato qua sotto e' effettivamente successo domenica 22 agosto 2010 al poligono di lodi alle h 17,00...con almeno 15 testimoni...e sotto l' occhio vigile mio,di suo padre, e la supevisione di due direttori di tiro...
... imbraccia la mia bsa xl tactical...che qualcuno sapra' come ultimamente mi abbia fatto smoccolare...e dopo pochi tiri di '' sommaria istruzione''...su di una linea al coperto con tanto di bench mi chiede con quale dot si puo' provare ...in appoggio...a sparare a 50 mt...sorrido e rispondo che e' mooolto dura...comunque il dot e' l' ultimo sotto...correggo il visus...
...gli metto a fuoco...16 x...
...beh...non sto ad annoiarvi...15 colpi in 45 mm...e 4 mouches da 6mm...
...vi confesso che sto pesantemente rivalutando il fattore umano...
...prima di tutti il mio...
...no comment...
(((...anzi...comment : lo sniper mattia non ce lo facciamo di certo scippare da quelli del circolo del tennis...)))

_________________
GUARNITIO SI NE QUA NON
Immagine
SICILIA TIRO SPORTIVO - I FALCHI DI SICILIA - AIRGUNS ITALY TEAM

"FALCO DI SICILIA ONORARIO TESSERA N. 32"

ImmagineImmagine


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Piombini e lubrificazione.
MessaggioInviato: mer 25 ago 2010, 9:14 
Non connesso
Amministratore
Amministratore
Avatar utente

Iscritto il: ven 31 lug 2009, 22:35
Messaggi: 18092
Età: 62

Località: Sant'Agata Militello
Le mie Armi..................: Weihrauch HW-977
Weihrauch HW-45
Diana F-45
Infatti è proprio così:
Il fattore umano è la cosa più importante.
Visto che il centro è sempre lo stesso, le tecniche e le accuratizzazioni varie,
Servono solo a livellarlo verso l'alto magari a discapito dei più bravi che farebbero centro sempre e comunque :whink:

_________________
Giuseppe

Il laboratorio di AirGunsItaly.

Airguns Italy Youtube

Calcolatore Balistico App. Android
Far parte di un forum che viene costantemente plagiato è motivo di orgoglio...


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Piombini e lubrificazione.
MessaggioInviato: mer 25 ago 2010, 12:18 
Non connesso
Supporter
Supporter
Avatar utente

Iscritto il: mar 10 nov 2009, 18:15
Messaggi: 5297
Località: lodi
Età: 60
...grazie giuseppe...
...per i tirafondi psicologici ai quali riesci ad agganciare le traballanti certezze di noi improbabili tunizzatori...
...ed aggiungerei anche un:
''...w carlo5!...''
...
((...ogni Forum dovrebbe averne uno...))

_________________
GUARNITIO SI NE QUA NON
Immagine
SICILIA TIRO SPORTIVO - I FALCHI DI SICILIA - AIRGUNS ITALY TEAM

"FALCO DI SICILIA ONORARIO TESSERA N. 32"

ImmagineImmagine


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Piombini e lubrificazione.
MessaggioInviato: mer 25 ago 2010, 13:25 
Non connesso
Maestro di tiro
Maestro di tiro

Iscritto il: lun 29 mar 2010, 22:54
Messaggi: 1232
Località: Padova (Provincia)
Età: 74
C'è uno che viene a sparare al TSN con una pistola Pardini che dopo ogni colpo ci spara un colpo con un feltrino pulitore.
Io non sono e non sarò mai uno di questi.
Ogni tanto mi piace fare qualche prova per convincere il mio credo.
Si dice spesso di provare diversi tipi di pallino per vedere qual'è quello più digeribile per la propria canna, il contrario non viene mai detto....
Nessuno penso può dire che un piombino di una scatola che costa 2€ sia migliore di quello di una scatola da 10€, altri potrebbero dire si va bene ma oltre alla precisione si deve guardare anche il costo per risparmiare.
Alla fine, questo condimento lo accettiamo perchè "fatalità" hanno fatto una buona rosata.
Per la costruzione del piombino viene usato il "piombo" per il suo ps, per la maleabilità di lavorazione, e perchè è un antigrippante.
Anche il bronzo e l'ottone sono leghe antigrippante, però hanno un ps più basso e poco si adattano a tenere una traiettoria.
Mi piacerebbe fare delle prove con queste leghe, pellets lavorati al tornio e rettifica (sicuramente verranno a costare un occhio della testa) per rendermi conto quanto influisce la precisione di lavorazione e dove penso che anche 1 centesimo di diferenza dica la sua.

:friends:

ps: ci manca solo un consiglio che è quello di riscaldare i piombini prima di usarli. :bigsmile:

_________________
Semper Fidelis
--------------------
Renzo


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Piombini e lubrificazione.
MessaggioInviato: mer 25 ago 2010, 14:10 
Non connesso
Supporter
Supporter
Avatar utente

Iscritto il: mar 10 nov 2009, 18:15
Messaggi: 5297
Località: lodi
Età: 60
...io ( forse) ho testato dei pellets in alluminio...mi sembra si chiamassero dynamik...testa sia piatta che ogiva...in depo a 25mt i secondi non vanno malissimo...si vede pero' che sono...''da caccia''... espansivi...impattosissimi... nessuna accuratezza paragonabile a quelli in piombo...ed a parita' di peso sono grandi ( in lunghezza)quasi il doppio...sempreche' quelli con la scritta '' senza piombo '' siano in lega di alluminio...almeno mi sembrava di averlo letto da qualche parte...forse addirittura sull espositore in armeria...

_________________
GUARNITIO SI NE QUA NON
Immagine
SICILIA TIRO SPORTIVO - I FALCHI DI SICILIA - AIRGUNS ITALY TEAM

"FALCO DI SICILIA ONORARIO TESSERA N. 32"

ImmagineImmagine


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Piombini e lubrificazione.
MessaggioInviato: mer 25 ago 2010, 15:08 
Non connesso
Maestro di tuning
Maestro di tuning
Avatar utente

Iscritto il: dom 11 ott 2009, 11:10
Messaggi: 4287
Località: Sicilia (Panormus)
Età: 47

Località: palermo
Credo che tu ti riferisca a questi.
Allegato:
o11283.jpg

Non li ho provati ma sapevo che erano quasi totalmente in stagno, senza piombo, ma non alluminio.
Da quello che ho letto scivolano meglio in canna, ma costano uno sproposito :bluwall: , con le stesse cifre ci prendo tre scatole di jsb. :nod:
Sembrano buoni per le full alta potenza perché non impiombano. :rolleyes:
Comunque preferisco sempre il classico piombo. :nod: :whink:


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

_________________
Chi non ride mai non è una persona seria.
_____________
Gabriele.
_____________________
SICILIA TIRO SPORTIVO[/color] - I FALCHI DI SICILIA - AIRGUNS ITALY TEAM


Top
  
 
 [ 107 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010 Full Version