Ferraioli Calcolatore balistico Accedi alla chat di airgunsitaly Meteo

Benvenuti nel Forum Airguns Italy, dedicato al Tuning ed alle Customizzazioni delle Armi ad Aria Compressa, al Torneo Forum Match Air Bench Rest, e molto altro ancora.


Ultimo accesso: meno di un minuto fa Oggi è dom 27 set 2020, 0:25

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]




 [ 22 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: lun 13 mag 2019, 17:26 
Non connesso
Supporter
Supporter
Avatar utente

Iscritto il: dom 29 nov 2009, 10:34
Messaggi: 6012
Età: 50

Località: Taranto/Naples-ITALY
Buon pomeriggio,

oggi vorrei parlarvi di questo modello di pistola aria compressa Match impiegata nelle competizioni di P10. Il suo numero di conformita' e' il 31 e rientra quindi nelle tipologie di armi a modesta capacita' offensiva.

Allegato:
PardiniK2SAir.jpg
PardiniK2SAir.jpg [ 41.54 KiB | Osservato 474 volte ]


Prima di procedere con la recensione, mi pare opportuno come feci anche quando presentai la storia della K60 a Co2, fare una piccola prefazione per chi non conoscesse la storia di questa piccola azienda italiana ma famosissima nel mondo in questa nicchia di prodotti cosi particolari e cosi apprezzati sia nel nostro paese sia all'estero.

=====================================================================================

Giampiero Pardini ( Presidente della omonima casa ) è stato un tiratore di spicco nel tiro a segno italiano; nel corso della sua carriera sportiva si è cimentato in tutte le specialità di tiro con l’arma corta. Spinto dalla passione per il tiro e la meccanica, Pardini si è successivamente trasformato in produttore di armi sportive riuscendo a presentare, in pochi anni, una gamma completa di pistole per il tiro accademico che si è via via ampliata ottenendo numerosissimi successi internazionali. La specializzazione della produzione, concentrata inizialmente sulle sole armi corte e solo in anni recenti estesa a quelle lunghe, le ridotte dimensioni dell’azienda, che conferisce la massima flessibilità produttiva, e un servizio post-vendita molto efficiente consentono a Pardini Armi di essere vicina ai tiratori e di fornire loro prodotti innovativi e competitivi.

La loro storia comincia nel 1970, quando Giampiero Pardini si avvicina al tiro a segno conquistando un posto nella nazionale italiana già un anno dopo. Contestualmente Pardini inizia a sviluppare il progetto di una pistola libera che commercializzerà nel 1976 con il nome di PGP 75. L'arma ottiene un immediato successo e porterà all'inizio della collaborazione con Fiocchi Munizioni che, dal 1981, provvede alla distribuzione delle pistole Pardini a livello mondiale; nello stesso anno nasce la prima pistola ad aria compressa Pardini, il modello P10 con caricamento a leva, mentre nel 1983 la linea di pistole per il tiro accademico sarà completato dai modelli GPO (pistola automatica), SPE (pistola standard e sportiva) e MP (pistola grosso calibro). Nel 1993 verranno poi presentate le pistole di grosso calibro della serie PC.

La linea dell'aria compressa si svilupperà negli anni con la presentazione di nuove proposte: il modello ad aria atmosferica K58 (1984), i successivi modelli ad anidride carbonica K60 (1988), K90 Junior (1990) e K2 (1996, nello stesso anno Roberto Di Donna vincerà con questa arma il titolo olimpico ad Atlanta), K2S ad aria atmosferica (1999), K10 (2008), K12 (2012).

Il 2013 sarà invece l'anno della prima carabina ad aria compressa Pardini, il modello GPR1 sviluppato con Niccolò Campriani, successivamente declinato negli allestimenti Top, Evo e Pro. In occasione di IWA 2017, Pardini Armi presenta la pistola ad aria compressa K12 Absorber New, evoluzione del suo modello di punta, e le versioni GPR1 Light e GPR16 ad sito censurato della sua carabina.

Numerosi i successi internazionali della scuderia Pardini. Roberto Di Donna e Ralf Schumann, tra i primi testimonial di Pardini Armi, vinceranno le prime due medaglie d'oro olimpiche ad Atlanta 1996. Alle successive Olimpiadi di Sydney Pardini conquista un oro con Franck Dumoulin (pistola ad aria compressa), un argento e un bronzo nella specialità di pistola automatica. Con due ori (Ralf Schumann in pistola automatica e Maria Grozdeva in pistola sportiva), un argento (pistola sportiva) e un bronzo (pistola ad aria compressa donne), anche alle Olimpiadi di Atene del 2004 Pardini Armi dimostra di essere azienda leader nella produzione di armi sportive; nel 2008, a Pechino, l’azienda toscana conquista ancora un argento e un bronzo nella specialità delle 5 sagome, mentre ai Giochi di Londra (2012) il dominio di Pardini nelle specialità accademiche si concretizza con due ori (Leuris Pupo in pistola automatica e Jangmi Kim in pistola sportiva), due argenti (pistola automatica e ad aria compressa uomini) e due bronzi (pistola automatica e pistola sportiva). Alle Olimpiadi 2016 di Rio de Janeiro, Pardini conquista 7 medaglie: l’oro nella specialità di carabina a 10 metri maschile con Niccolò Campriani e tutti i tre gradini dei podi delle specialità di pistola automatica e pistola sportiva.

Nei suoi 40 anni di storia, Pardini Armi si è trasformata da una piccola officina dotata di un tornio e una fresa a una complessa realtà industriale dotata di 14 macchine a controllo numerico e 15 dipendenti. Una grossa componente del lavoro è comunque ancora rappresentata dal valore aggiunto della sua manodopera specializzata.


============================================================

Perdonatemi se mi sono dilungato su queste informazioni, ma permettetemi di esprimere orgoglio per questa realta' italiana in un mondo dove la maggior parte dei modelli di corte e lunghe di aria compressa sono rappresentate da prodotti esteri.

Ma torniamo a noi, la Pardini K2 e' stata una delle prime pistole di questa azienda ad usare il co2 come propellente, Arma da competizione, molto tecnica, era destinata al tiro accademico o ad un uso sportivo ai massimi livelli. L’arma in seguito è stata catalogata, come molti altri prodotti dello stesso livello, di “libera vendita” dopo la recente liberalizzazione. Il prezzo alto e le caratteristiche tecniche erano adeguate al suo utilizzo. L'arma è completamente regolabile e personalizzabile in ogni sua componente, per andare incontro alle esigenze di ogni tiratore.


Come tutte le PCP moderne ha un serbatoio che si avvita sotto la canna, per ricaricarlo basta svitarlo ed avvitarlo tramite ad un adattatore alla bombola sub, meccanicamente parlando e' identica a tutte le altre PCP in commercio, quindi dotata di sportellino per arretrare lo spingipallino-otturatore ed armare il grilletto, massa battente e molla massa battente, nonche' vite di registrazione del precarico della molla della massa battente per permettere al tiratore di variare la velocita' del pallino in funzione dell'uso dello stesso ed allo scopo di ottenere la massima concentrazione della rosata.


La Pardini K2 fece il suo fortunato esordio alle Olimpiadi del 1996 di Atlanta ( Medaglia d'ORO con Di Donna ). Per essere piu' precisi questa arma nacque per l'utilizzo della anidride carbonica e solo in seguito fu adattata per l'utilizzo dell'aria compressa a 200 bar ( che come ormai sappiamo piu' o meno tutti e' diventato il propellente di utilizzo universale per questo tipo di armi ) con la versione K2s.

Nel 2004 fu fatto un restiling e nacque la K10, ma questa e' un altra storia.

in questo link potete accedere al manuale di istruzioni in piu' lingue https://www.pardiniguns.com/files/vc_pd ... 7_2004.pdf

mentre qui potete vedere le tre monografie principali relative a questo modello


Allegato:
PARDINI K2S 1.jpg
PARDINI K2S 1.jpg [ 222.58 KiB | Osservato 474 volte ]


Allegato:
PARDINI K2S 2.jpg
PARDINI K2S 2.jpg [ 117.82 KiB | Osservato 474 volte ]


Allegato:
PARDINI K2S 3.jpg
PARDINI K2S 3.jpg [ 116.55 KiB | Osservato 474 volte ]


qui la Scheda tecnica

Tipo di qualifica: Pistola, libera vendita
Numero di catalogo: CN 31
Funzionamento: Ad aria precompressa con serbatoio sotto la canna
Calibro: 4,5 mm
Numero colpi: monocolpo
Canna: 235 mm in acciaio ad anima rigata (12Dx450 mm)
Peso: 990 g
Lunghezza:410 mm
Mire: regolabili
Sicura: automatica
Scatto: Regolabile
Produttore: Pardini Armi - via Italica 154/a, 55043 Lido di Camaiore (Lu) - http://www.pardini.it


qui la Scheda di catalogazione

Numero Catalogo: cn 31
Classificazione: arma con modesta capacità offensiva
Tipo di arma: Pistola
Denominazione: Pardini - K 2 S
Calibro: mm 4,5
Numero delle canne: una
Numero colpi nel ===:
Lunghezza canne: mm 260
Lunghezza dell'arma: mm 410
Tipo della molla: a massa battente
Numero totale spire: 17
Diametro esterno della molla: mm 6,5
Diametro del filo: mm 1,1
Funzionamento: ad aria compressa in bombola serbatoio a caricamento successivo e singolo (manuale)
Stato o Stati in cui l'arma è prodotta: Italia
Stato da cui l'arma è importata:
Presentatore: Pardini Giovanni Pietro rappresentante legale della ditta Pardini Armi S.r.l.
Classificazione: CN
Note:
Rettifiche:
Aggiornamento catalogo: 1°VF
Gazzetta Ufficiale: n. 47 Supplemento ordinario 26/02/2003

dopo questa piccola premessa per farvela conoscere meglio, torniamo a noi. Nonostante come avete gia' capito sia un modello un po datato...e' stata nel tempo sostituita con il modello K10 e ultimamente con il modello K12........si trova ancora sui circuiti delle varie gare, si trova ad ottimo prezzo di seconda mano

il modello che andremo a vedere nel dettaglio appartiene ad un mio collega, che lo fa utilizzare a sua figlia, infatti mi dimenticavo di dirlo, tutti i modelli in commercio di qualsiasi marca....hanno in catalogo la versione per donna o ragaggo/ragazza...fondamentalmente e' lo stesso modello con canna leggermente piu' corta e serbatoio piu' corto per limitarne il peso e renderle piu' piacevoli all'utilizzo di queste categorie di tiratori.

Il mio collega/amico me l'ha affidata per fargli un tagliando completo, sostituzione oring spingipallino, pulizia generale etc etc...approfitto quindi di questa opportunita' per fare questa ulteriore recensione che spero sia gradita a tutti voi.

eccovi alcune foto del nostro modello, che piu' tardi andremo a smontare.

Allegato:
20190513_104318-.jpg
20190513_104318-.jpg [ 274.01 KiB | Osservato 474 volte ]


Allegato:
20190513_101230-.jpg
20190513_101230-.jpg [ 361.78 KiB | Osservato 474 volte ]


a piu' tardi quindi...sperando in un vostro interesse nel prosieguo

ciao

Fabio
:friends:

_________________
FORMATORE TECNICO UITS DI 1 LIVELLO
Il mio laboratorio
My channel Youtube
ORO AL CAMP. ITAL. UITS - AIR BENCH REST - 2014 - 2015 - 2016 - 25 METRI - CAT. "OPEN AIR"
ORO AL CAMP. ITAL. UITS - AIR BENCH REST-2015-25 METRI - CAT.: "OPEN AIR","SPORTER AIR","L.V. AIR" e "H.V. AIR" a squadre
ORO AL CAMP. ITAL. UITS - AIR BENCH REST-2016-25 METRI - CAT.: "H.V. AIR" a squadre
ARGENTO AL CAMP. ITAL. UITS - AIR BENCH REST-2016-2017-25 METRI - CAT.: "L.V. AIR" a squadre
ARGENTO AL CAMP. ITAL. UITS - AIR BENCH REST-2014-25 METRI - CAT. "H.V. AIR"
Record Italiano cat. Open- 494/500-18X


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 13 mag 2019, 19:01 
Non connesso
Supporter
Supporter
Avatar utente

Iscritto il: mar 17 nov 2009, 19:34
Messaggi: 1691
Località: Latina
Età: 68

Località: Latina
Le mie Armi..................:    
AA TX200 depo;
Pardini K2S;
Walther LG300 Alu depo;
Certo che interessa!! La posseggo anch'io e m'è costato otre 130 E farla revisionare in fabbrica. Ma l'hanno restituita come nuova.

_________________
nino_co2
Immagine
Tutto ciò che scrivo è sempre IMHO !


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 13 mag 2019, 19:54 
Non connesso
Tiratore scelto
Tiratore scelto
Avatar utente

Iscritto il: mer 25 set 2013, 16:38
Messaggi: 631
Località: Milano
Età: 61

Località: Milano
Le mie Armi..................: Beretta CX4, 850 Airmag, Beretta 92 Umarex, Walther Cp99 tutte, Dan Wesson tutte, Desert Eagle Umarex, Gamo Pt85 Socom, Diana LP8, S&W 586 8", Sig xfive, Taurus PT92, Walther Ppk, Gamo Pt80, Tanfoglio Gold Custom, Leslie, Browning 800 mag, RWS 225, Sig Sauer MCX-MPX, RP5 cal. 4,5 e 5,5 BSA Scorpion SE
:cheers: :clapping: :clapping: :clapping: questa è una recensione, e se il buongiorno si vede dal mattino...

_________________
Immagine Immagine Immagine Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 13 mag 2019, 19:59 
Non connesso
Tiratore scelto
Tiratore scelto

Iscritto il: gio 14 apr 2011, 9:57
Messaggi: 611
Località: Palermo
Età: 43

Località: Palermo
Le mie Armi..................: .
HW 77 K;
HW 100;
Benelli Kite;
KalibrGun Cricket cal. 5.5 MK 2;
KalibrGun Cricket cal. 4.5 MK 3;
Walther LG 400.
Tutte alimentate rigorosamente ad Azoto 75%.
interessa anche a me


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 13 mag 2019, 20:02 
Non connesso
Supporter
Supporter
Avatar utente

Iscritto il: sab 3 apr 2010, 23:27
Messaggi: 1682
Località: Codogno (Lodi)
Età: 46

Località: Codogno (Lodi)
Le mie Armi..................: ME Colt single action 1873 PCP, Armigas Olimpic, KalibrGun Cricket 5.5, Evanix Max 5.5, HW 100 4.5 bullpup Ginb, AA 410 5.5, FWB P70 4.5 full, Diana 25 4.5, Daystate Air Ranger 6.35, HW 100 4.5 effezeta custum,Benelli Kite, Rohm Competitors, Marocchi SM 45, Beretta 92 co2 Valtro, Baikal Drodz, Cricket Compact 5.5 BFC custom
Ottimo lavoro Fabio :handshake:

_________________
Stefano


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 13 mag 2019, 20:07 
Non connesso
Supporter
Supporter
Avatar utente

Iscritto il: lun 1 feb 2010, 14:16
Messaggi: 7593
Località: Genova
Età: 70

Località: Genova
Le mie Armi..................: Depo
.....Hw 100 Konus M30 8-32x50
AA TX 200
KalibrGuns Criket cal 5.5 Accushot 8-32x56
Air Arms TX 200 Nikko Stirling Nighteater 8-32X60
Berretta PX4 Co2
A fuoco
S.T.I. Spartan 1911 cal. 45 ACP
Ruger GP100 357 Magnum
Taurus 38 spl. 2"
GSG MP5 cal 22lr
Bernardelli 60 Target Cal. 22 Lr.
Arsenal Firearms Strike One AF1 Cal 9x21
Anshutz 1416 cal 22lr Ottica Konus 6-24x50
Sig Sauer 1911-22
Le Tue recensioni sono estremamente interessanti, anche se pericolosissime per il mio portafogli.
Mi fai venire tutte le voglie. :bluwall: :bluwall: :bluwall:
:friends:

_________________
Ciao Sergio
Immagine

ImmagineImmagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 13 mag 2019, 21:04 
Non connesso
Supporter
Supporter
Avatar utente

Iscritto il: dom 17 apr 2016, 7:19
Messaggi: 2018
Età: 55

Località: genova
Le mie Armi..................: hw100Tdepo doppio regolatore HUMA . 4-20X50 SF Mirino Ottica FIRE WOLF Crosshair Sight Reticolo Scope. RIPALASSATA PER I 10 METRI
cricket 4.5 ottica konus 6x24x44 mildot. Ottica Konus 6-24x50 - ret.inciso Fine Crossair
Bella recensione come sempre Fabio :handshake:

_________________
Immagine

Immagine Immagine Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 13 mag 2019, 21:18 
Non connesso
Spiombatore professionista
Spiombatore professionista

Iscritto il: ven 21 feb 2014, 14:27
Messaggi: 97
Età: 45

Località: napoli
che gioiello :cheers:
complimenti :yes:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 13 mag 2019, 21:23 
Non connesso
Spara feltrini
Spara feltrini

Iscritto il: gio 28 giu 2018, 11:41
Messaggi: 31
Località: Francavilla Fontana
Età: 27

Località: Francavilla Fontana
Le mie Armi..................: Tanfoglio Limited Custom HC Cal.40SW,
Weihrauch HW 77 Cal.4,5mm,
Weihrauch HW 30 Cal.4,5mm,
Diana Mauser Kar 98k Cal.4,5mm,
Norica Quick Cal.4,5mm,
Hatsan Mod. 100x Torpedo Cal.4,5mm,
Typhoon Tucson Cal.4,5mm,
Diana LP8 Magnum Cal.4,5mm,
Browning Buck Mark URX Cal.4,5mm
Stupenda recensione, Fabio. Ormai con il passare del tempo, le tue recensioni sono diventare così piene di dati, nozioni e cenni storici, da non aver nulla da invidiare, se non proprio a superare anche le migliori riviste di armi. Pian piano stai creando una vera e propria enciclopedia, che tratta le protagoniste di questa nostra grande passione. Grazie del contributo che dai a noi tutti, amico mio. :cheers: :cheers:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar 14 mag 2019, 7:11 
Non connesso
Supporter
Supporter
Avatar utente

Iscritto il: dom 29 nov 2009, 10:34
Messaggi: 6012
Età: 50

Località: Taranto/Naples-ITALY
Buongiorno a tutti

incominciamo con farvi vedere i lavori fatti su questo bel modello.

Prima di tutto ho sostituito sull'adattatore bombola/serbatoio un pezzo, trattasi della parte estrema dotata di oring.

Stranamente da un po di tempo il mio amico non riusciva a caricare piu' i serbatoi...un giorno parlandone con me e facendomi vedere l'adattatore...gli feci notare che appunto l'estremita' aveva qualcosa di strano...era aperta/forata....

appena ricevuto il pezzo di ricambio direttamente dalla Pardini...ci siamo accorti non solo che avevamo ragione, addirittura il pezzo vecchio era di differente diametro, piu' piccolo dell'originale.

Ecco che il proprietario, con grande disappunto e delusione si ricorda di averlo tempo fa prestato ad un amico....che a questo punto ci vien da pensare abbia sostituito questo pezzetto di adattatore con quello appunto diverso e non funzionante..... :evil:

Andiamo avanti che e' meglio.....se questi sono gli amici...stiamo apposto :lipssealed: :lipssealed: :lipssealed:

ecco il pezzo sostituito e quello difettoso

Allegato:
20190513_082129-.jpg
20190513_082129-.jpg [ 155.32 KiB | Osservato 414 volte ]


Grazie a questa piccola sostituzione, il caricamento dei serbatoi e' stato nuovamente possibile


Allegato:
20190513_082341-.jpg
20190513_082341-.jpg [ 367.06 KiB | Osservato 414 volte ]


in questo modello il serbatoio e' ancora il vecchio tipo, quello senza manometro ( la pressione viene segnalata in maniera approssimativa guardando gli anelli argentati che aumentano nel momento in cui si riempie e diminuiscono con l'utilizzo ) ma e' anche il tipo dove non viene segnalata in alcuna maniera la stampigliatura del collaudo

occhio...perche' in gara possono per questo motivo...escludervi dall'evento/finale etc etc

La Pardini con una differenza economica, ritira i vecchi serbatoi e vi spedisce direttamente a casa i nuovi dotati di collaudo con stampigliatura e documentazione

Allegato:
20190513_082614-.jpg
20190513_082614-.jpg [ 449.04 KiB | Osservato 414 volte ]


pronti a sostituire i pezzi e smontare la meccanica, prima cosa da fare con chiave esagonale da 5 mm a T o a L ....svitare la lunga vite che tiene impugnatura al resto dell'azione


Allegato:
20190513_083045-.jpg
20190513_083045-.jpg [ 360.39 KiB | Osservato 414 volte ]


Allegato:
20190513_084915-.jpg
20190513_084915-.jpg [ 391.37 KiB | Osservato 414 volte ]


a questo punto fate attenzione, perche' il bussolotto filettato e la guida/tubicino metallico della vite...tendono a staccarsi e cadere a terra, fate queste azioni su di un tavolo e conservate ogni pezzo dentro un contenitore per evitare di perderli. Uno dei motivi per cui faccio molte foto, oltre ad utilizzarle per farvi vedere passo dopo passo....sono utili anche per me...nel caso mi dimentichi l'ordine per il rimontaggio basta guardarle in ordine contrario



Allegato:
20190513_085025-.jpg
20190513_085025-.jpg [ 437.56 KiB | Osservato 414 volte ]


in questa foto potete notare la vite di registro della potenza/velocita' del pallino. Il grano che vedete sotto serve invece a regolare la corsa di aggancio dei piani di scatto. In senso orario la corsa diminuisce.


Allegato:
20190513_085058-.jpg
20190513_085058-.jpg [ 237.6 KiB | Osservato 414 volte ]


in queste altre due foto a seguire potete vedere la lama del grilletto ed alcune delle tante regolazioni per settare al meglio il gruppo scatto. Le vedremo piu' avanti nel dettaglio quando vi mostrero' come registrarlo per superare la prova al dinamometro prevista dal regolamento internzazionale, valore non inferiore a 500 grammi tra la somma del primo e secondo tempo.


Allegato:
20190513_085119-.jpg
20190513_085119-.jpg [ 254.22 KiB | Osservato 414 volte ]


Allegato:
20190513_085126-.jpg
20190513_085126-.jpg [ 263.37 KiB | Osservato 414 volte ]


in questa foto potete notare sul lato sinistro dell'azione molti dati utili, numero CN, cal. 4,5 mm, numero Matricola, stampigliatura indicante < 7,5 joule, nome modello K2s ( dove la s sta per modello ad aria, ricordo che la K2 senza la lettera s...significa che il propellente usato e' il co2 )

Allegato:
20190513_085131-.jpg
20190513_085131-.jpg [ 278.48 KiB | Osservato 414 volte ]


dal lato destro dell'azione potete vedere il logo della Ditta, il nome del modello K2 ( in quanto i telai sono tutti uguali ), potete notare anche la levetta di selezione dello scatto a secco o in bianco, levetta orizzontale direzione volata...posizione a secco, levetta tendente verso il basso come in foto....posizione di sparo


Allegato:
20190513_085139-.jpg
20190513_085139-.jpg [ 292.73 KiB | Osservato 414 volte ]


cominciamo con lo svitare il tappo/vite di registro della tensione della molla della massa battente e quindi della velocita' di impatto della stessa...velocita' quindi del pallino, estraiamo dopo il tappo anche la molla.


Allegato:
20190513_085548-.jpg
20190513_085548-.jpg [ 232.48 KiB | Osservato 414 volte ]


Allegato:
20190513_085621-.jpg
20190513_085621-.jpg [ 477.39 KiB | Osservato 414 volte ]


una delle cose che ci apprestiamo a fare e', la sostituzione della guarnizione presente sull'otturatore spingipallino, come vedete dalla foto...quella attuale sta in pessime condizioni


Allegato:
20190513_085434-.jpg
20190513_085434-.jpg [ 210.4 KiB | Osservato 414 volte ]


Allegato:
20190513_085644-.jpg
20190513_085644-.jpg [ 210.9 KiB | Osservato 414 volte ]


Allegato:
20190513_085655-.jpg
20190513_085655-.jpg [ 246.09 KiB | Osservato 414 volte ]


per poterla sostituire bisogna smontare tutto il gruppo della leva di caricamento, spingipallino, canna. Prima cosa da fare e' quindi togliere la spina che tiene ancorata la canna e contemporaneamente fa da fulcro allo sportellino di caricamento. Per togliere la spina utilizzate un piccolo martello ed un cacciaspine, fate molta attenzione questa e' una fase delicata, appoggiate il telaio su di una superficie di legno possibilmente e attenti a non graffiare la protezione brunitura della carcassa. Prestate attenzione perche' dal lato destro dello sportellino in asse al foro della spina che stiamo togliendo vi e' una piccola molla che rischia di volare via....questa molla che sara' visibile nelle prossime foto ha il compito di tenere lo sportellino in tensione e per fare in modo che all'atto della sua apertura tirato dalla stessa si ribalti.


Allegato:
20190513_090110-.jpg
20190513_090110-.jpg [ 413.26 KiB | Osservato 414 volte ]


a questo punto se vogliamo disingaggiare lo sportellino dobbiamo anche staccare una piccola levetta posizionata sul lato sinistro che ha il compito di essere di collegamento tra lo sportellino ed una piastra laterale che serve ad armare la massa battente. Tale piastra pero' non puo' essere rimossa se prima non la liberiamo, aprendo uno sportellino/piastrina sul lato sinistro che ha anche il compito di proteggere e di accedere al gruppo scatto e tutti i suoi leverismi e molle.
Svitiamo quindi una piccola vite ad incasso esagonale, con lo stesso di 2 mm con una chiave esagonale a T e rimuoviamo delicatamente la piastrina.



Allegato:
20190513_090320-.jpg
20190513_090320-.jpg [ 390.38 KiB | Osservato 414 volte ]


Allegato:
20190513_090412-.jpg
20190513_090412-.jpg [ 355.71 KiB | Osservato 414 volte ]


da questa foto potete notare tutti i leverismi del gruppo scatto, ho approfittato di questo momento per spruzzare all'interno e rimuovere il vecchio grasso...con WD 40 al PTFE secco

Allegato:
20190513_090425-.jpg
20190513_090425-.jpg [ 286.39 KiB | Osservato 414 volte ]


rimuovete ora il grano che tiene la canna in posizione, siamo pronti quindi a togliere tutti i pezzi

Allegato:
20190513_085502-.jpg
20190513_085502-.jpg [ 312.66 KiB | Osservato 414 volte ]


in ordine fate :

-rimuovere spina
-rimuovere vite piastrina
-rimuovere piastrina
-rimuovere piastra armamento massa battente
-rimuovere braccetto di collegamento tra questa e lo sportellino
-rimuovere sportellino prestando attenzione alla molletta che si trova sotto il foro sulla sua destra
-rimuovere grano che tiene la canna solidale all'azione
-rimuovere canna delicatamente e contemporaneamente sfilare sportellino ed otturatore spingipallino che sono legati insieme da un braccetto


da questa foto, appena rimossa la canna, sul lato inferiore potete notare il foro/transfer port attraverso il quale l'aria arriva direttemente dalla precamera e spinge il pallino che si trovera' sul lato anteriore della canna stessa. L'aria potra andare solo in direzione volata spingendo il pallino, in quanto dietro la transfer port si trovera' l'otturatore spingipallino con la sua guarnizione di tenuta. In realta' se osservate bene le prossime foto noterete che l'otturatore spingipallino nella sua parte anteriore e cavo ed ha un foro in corrispondenza appunto della transfer port della canna, quindi quando l'otturatore e' in chiusura i due fori sono perfettamente allineati e pronti a dirigere il getto d'aria direttamente dietro il pallino.

Allegato:
20190513_090910-.jpg
20190513_090910-.jpg [ 259.47 KiB | Osservato 414 volte ]


Allegato:
20190513_090917-.jpg
20190513_090917-.jpg [ 247.13 KiB | Osservato 414 volte ]


Allegato:
20190513_090941-.jpg
20190513_090941-.jpg [ 293.13 KiB | Osservato 414 volte ]


una volta svincolato canna e otturatore/sportellino rimontate la piastrina di protezione al gruppo scatto in maniera da non rischiare di perdere qualche pezzo. La molla di cui parlavo prima, responsabile del ribaltamento dello sportellino di caricamento e' quella che appare sul lato sinistro della foto


Allegato:
20190513_090834-.jpg
20190513_090834-.jpg [ 406.26 KiB | Osservato 414 volte ]

_________________
FORMATORE TECNICO UITS DI 1 LIVELLO
Il mio laboratorio
My channel Youtube
ORO AL CAMP. ITAL. UITS - AIR BENCH REST - 2014 - 2015 - 2016 - 25 METRI - CAT. "OPEN AIR"
ORO AL CAMP. ITAL. UITS - AIR BENCH REST-2015-25 METRI - CAT.: "OPEN AIR","SPORTER AIR","L.V. AIR" e "H.V. AIR" a squadre
ORO AL CAMP. ITAL. UITS - AIR BENCH REST-2016-25 METRI - CAT.: "H.V. AIR" a squadre
ARGENTO AL CAMP. ITAL. UITS - AIR BENCH REST-2016-2017-25 METRI - CAT.: "L.V. AIR" a squadre
ARGENTO AL CAMP. ITAL. UITS - AIR BENCH REST-2014-25 METRI - CAT. "H.V. AIR"
Record Italiano cat. Open- 494/500-18X


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar 14 mag 2019, 7:32 
Non connesso
Demolitore di carabine
Demolitore di carabine

Iscritto il: ven 12 apr 2013, 22:20
Messaggi: 53
Località: Avellino
Età: 31

Località: Avellino
ottima recenzione!
:whink:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar 14 mag 2019, 7:58 
Non connesso
Supporter
Supporter
Avatar utente

Iscritto il: dom 29 nov 2009, 10:34
Messaggi: 6012
Età: 50

Località: Taranto/Naples-ITALY
tale molla quando si dovra' rimontarla, va posta all'interno di un piccolo recesso del foro della spina che potete vedere in questa foto, in particolare la parte corta che sporge va messa sempre in un piccolo recesso verso il basso del foro, mentre la parte lunga va posizionata verso l'altro e piu' precisamente andra' ad infilarsi nella parte interna destra dello sportellino prima di riposizionarlo per infilare la spina che lo tiene in sede

Allegato:
20190513_090847-.jpg
20190513_090847-.jpg [ 342.87 KiB | Osservato 409 volte ]


particolare dell'otturatore spingipallino e sportellino tenuti insieme da un braccetto articolato


Allegato:
20190513_091059-.jpg
20190513_091059-.jpg [ 410.18 KiB | Osservato 409 volte ]


guarnizione nuova e vecchia a confronto, per togliere la vecchia, tagliatela con un cutter/taglierino. Dopodiche' pulite bene l'otturatore spingipallino ed inserite la nuova, prima di fare cio' cospargetela di olio al silicone....gli oring o guarnizioni sono porosi...assorbono un po di olio e diventano piu' morbidi/elastici.... cosi non si rischia che si deformino. Delicatamente lo inserite fino a che entri nel suo alloggio. Ricordate nel tempo di tenerlo sempre un po umido durante l'utilizzo...per evitare che si secchi e permetta piccole perdite di aria...compromettendo i risultati e variando il punto di impatto. Personalmente metto una gocciolina di olio al silicone ogni 300 colpi circa.



Allegato:
20190513_091137-.jpg
20190513_091137-.jpg [ 391.09 KiB | Osservato 409 volte ]


Allegato:
20190513_091235-.jpg
20190513_091235-.jpg [ 192.78 KiB | Osservato 409 volte ]


Allegato:
20190513_091310-.jpg
20190513_091310-.jpg [ 201.16 KiB | Osservato 409 volte ]


Allegato:
20190513_091321-.jpg
20190513_091321-.jpg [ 268.5 KiB | Osservato 409 volte ]


Allegato:
20190513_091400-.jpg
20190513_091400-.jpg [ 223.1 KiB | Osservato 409 volte ]


Allegato:
20190513_091407-.jpg
20190513_091407-.jpg [ 233.33 KiB | Osservato 409 volte ]


inserite l'otturatore spingipallino nell'alloggio, contemporaneamente inserite la canna ed allineate il tutto

Allegato:
20190513_091600-.jpg
20190513_091600-.jpg [ 245.59 KiB | Osservato 409 volte ]


Allegato:
20190513_091623-.jpg
20190513_091623-.jpg [ 273.34 KiB | Osservato 409 volte ]


rinserite il grano di bloccaggio della canna, iniziate ad inserire i braccetti e la piastrina nell'ordine inverso. Attenzione a reinserire la molletta come spiegato prima e solo alla fine reinserite la spina che tiene canna e sportellino solidali.


Allegato:
20190513_093432-.jpg
20190513_093432-.jpg [ 360.78 KiB | Osservato 409 volte ]


Allegato:
20190513_093446-.jpg
20190513_093446-.jpg [ 377.38 KiB | Osservato 409 volte ]


Allegato:
20190513_093532-.jpg
20190513_093532-.jpg [ 311.55 KiB | Osservato 409 volte ]


per ultimo, aggiungete la piastra laterale sul lato sinistro e bloccatela con la sua vite. Reinserite la molla della massa battente e tappo guidamolla di registrazione.

Allegato:
20190513_093607-.jpg
20190513_093607-.jpg [ 251.41 KiB | Osservato 409 volte ]


Allegato:
20190513_093612-.jpg
20190513_093612-.jpg [ 225.48 KiB | Osservato 409 volte ]


Allegato:
20190513_093623-.jpg
20190513_093623-.jpg [ 268.29 KiB | Osservato 409 volte ]


Allegato:
20190513_093635-.jpg
20190513_093635-.jpg [ 376.36 KiB | Osservato 409 volte ]


a questo punto assicuratevi che alzando lo sportellino tutto si agganci e si armi, effettuate dei sganci a secco , sganci in bianco...avrete cosi la certezza che tutto e' stato rimontato a dovere. Riavvitate il serbatoio e siamo pronti alla fase che forse mi piace di piu', quella della messa a punto della velocita' del pallino.
Per chi non lo sapesse le PCP hanno il vantaggio di poter variare in maniera semplice la velocita' del pallino agendo sulla vite di precarico della molla della massa battente. Ovviamente il regolatore di pressione viene settato in fabbrica ad una pressione che nelle corte sta intorno ai 65/70 bar...consentendo poi di regolare la velocita' in un range che puo' oscillare tra i 3 joule ed i 6 joule...in realta' si puo' arrivare anche al limite ed anche un pochino oltre. Cio' non ha ovviamente senso. Andare oltre non ha senso in primis perche' illegale. Ma oltretutto non ha senso perche' dopo i 6 joule tutte le corte incominciano a mostrare un certo impennamento verticale della volata, in relazione con il maggior sbuffo di aria. Poiche' lo scopo di questi gioielli e' colpire il 10 e fare piu' punti possibili bisogna regolarle in maniera tale che con il pallino utilizzato si trovi il giusto compromesso per farle stare piu' stabili possibili a colpo avvenuto. Risultare stabili significa in parole povere non perdere l'allineamento e quindi mantenere una precisione...che se non la provate non riuscite a crederci. Fidatevi sono dei bisturi al pari delle lunghe Match....sono carabine in miniatura.


Allegato:
20190513_093814-.jpg
20190513_093814-.jpg [ 412.06 KiB | Osservato 409 volte ]


Allegato:
20190513_093825-.jpg
20190513_093825-.jpg [ 384.15 KiB | Osservato 409 volte ]


nelle foto a seguire...vedrete come al variare dell'avvitamento del tappo la velocita' cresce....alla fine mi sono fermato o per meglio dire....ho regolato questo modello alla velocita' di circa 150/151 ms per una potenza di 5,3 joule.


Allegato:
20190513_093951-.jpg
20190513_093951-.jpg [ 353.46 KiB | Osservato 409 volte ]


Allegato:
20190513_094126-.jpg
20190513_094126-.jpg [ 354 KiB | Osservato 409 volte ]


Allegato:
20190513_094213-.jpg
20190513_094213-.jpg [ 335.84 KiB | Osservato 409 volte ]


Allegato:
20190513_094300-.jpg
20190513_094300-.jpg [ 308.11 KiB | Osservato 409 volte ]


Allegato:
20190513_094358-.jpg
20190513_094358-.jpg [ 338.53 KiB | Osservato 409 volte ]


Allegato:
20190513_094435-.jpg
20190513_094435-.jpg [ 330.7 KiB | Osservato 409 volte ]

_________________
FORMATORE TECNICO UITS DI 1 LIVELLO
Il mio laboratorio
My channel Youtube
ORO AL CAMP. ITAL. UITS - AIR BENCH REST - 2014 - 2015 - 2016 - 25 METRI - CAT. "OPEN AIR"
ORO AL CAMP. ITAL. UITS - AIR BENCH REST-2015-25 METRI - CAT.: "OPEN AIR","SPORTER AIR","L.V. AIR" e "H.V. AIR" a squadre
ORO AL CAMP. ITAL. UITS - AIR BENCH REST-2016-25 METRI - CAT.: "H.V. AIR" a squadre
ARGENTO AL CAMP. ITAL. UITS - AIR BENCH REST-2016-2017-25 METRI - CAT.: "L.V. AIR" a squadre
ARGENTO AL CAMP. ITAL. UITS - AIR BENCH REST-2014-25 METRI - CAT. "H.V. AIR"
Record Italiano cat. Open- 494/500-18X


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar 14 mag 2019, 8:37 
Non connesso
Supporter
Supporter
Avatar utente

Iscritto il: dom 29 nov 2009, 10:34
Messaggi: 6012
Età: 50

Località: Taranto/Naples-ITALY
Allegato:
20190513_094619-.jpg
20190513_094619-.jpg [ 336.65 KiB | Osservato 404 volte ]


a questo punto come descritto prima....ho abbassato la velocita' a 150/151 ms. utilizzando i RWS Geco. Vi mostro adesso 10 misurazioni fatte consecutivamente senza pesare i pallini. Giudicate voi.


Allegato:
20190513_095213-.jpg
20190513_095213-.jpg [ 317.77 KiB | Osservato 404 volte ]


Allegato:
20190513_095232-.jpg
20190513_095232-.jpg [ 389.62 KiB | Osservato 404 volte ]


Allegato:
20190513_095438-.jpg
20190513_095438-.jpg [ 384.46 KiB | Osservato 404 volte ]


Allegato:
20190513_095540-.jpg
20190513_095540-.jpg [ 353.58 KiB | Osservato 404 volte ]


Allegato:
20190513_095618-.jpg
20190513_095618-.jpg [ 354.47 KiB | Osservato 404 volte ]


Allegato:
20190513_095755-.jpg
20190513_095755-.jpg [ 360.79 KiB | Osservato 404 volte ]


Allegato:
20190513_095828.jpg
20190513_095828.jpg [ 341.45 KiB | Osservato 404 volte ]


Allegato:
20190513_095954.jpg
20190513_095954.jpg [ 361.27 KiB | Osservato 404 volte ]


Allegato:
20190513_100030.jpg
20190513_100030.jpg [ 321.67 KiB | Osservato 404 volte ]


Allegato:
20190513_100130.jpg
20190513_100130.jpg [ 340.81 KiB | Osservato 404 volte ]


come potete notare la piu' bassa e' di 150.3 ms e la piu' alta di 151.9 ms.....differenza di 1,6 ms......figuriamoci se si pesano i pallini o si usino pallini di migliore e comprovata qualita' come HN Final Match, RWS R10 o i vari JSB Match da gara.....spettacolare....


contento di questi risultati ho aggiunto una goccia di bloccafiletti blu, azione media, sulla vite di regolazine e fatto un segno con pennarello di vernice rossa indelebile per controllare nel tempo che la taratura rimanga invariata.


Allegato:
20190513_100323-.jpg
20190513_100323-.jpg [ 285.77 KiB | Osservato 404 volte ]


con l'occasione ho riavvivato il colore del legno, o per meglio dire...il legno dell'impugnatura risultava molto secco....passato olio paglierino rosso, ha incominciato a mostrare le bellissime venature del noce. Ho notato che sul lato sinistro vi e' un buco...fatto probabilmente nel tentativo di sagomare l'interno o adattare l'impugnatura che forse non e' originale. Proporro' al proprietario di passare del quarzo pezzatura sottile all'esterno della grip per coprire tale difetto. Vedremo che risponde...

Allegato:
20190513_100944.jpg
20190513_100944.jpg [ 278.42 KiB | Osservato 404 volte ]


Allegato:
20190513_100959.jpg
20190513_100959.jpg [ 257.87 KiB | Osservato 404 volte ]


Rimontato tutto, ho effettuato l'ultimo controllo che ero curioso di fare. Tolto il compensatore ho controllato il vivo di volata, ovviamente fatto con cura, dalla foto non nitida non si vede bene ma come in tutte le canne serie Match, in questo caso una Lothar Walther il vivo di volata viene fatto con molta perizia, costituendo uno dei punti di forza della qualita' della canna stessa. Ricordo che se il vivo di volata non e' perfettamente eseguito, rimangono delle bave di lavorazione alla estremita' delle 12 rigature che influenzeranno negativamente la fuoriuscita del pallino e quindi la precisione finale sul bersaglio.



Allegato:
20190513_101230-.jpg
20190513_101230-.jpg [ 361.78 KiB | Osservato 404 volte ]


Allegato:
20190513_101307-.jpg
20190513_101307-.jpg [ 317.08 KiB | Osservato 404 volte ]


per estrarre il compensatore basta svitare il piccolo grano posto sulla parte superiore


Allegato:
20190513_101432.jpg
20190513_101432.jpg [ 398.64 KiB | Osservato 404 volte ]


la parte di canna che vedete e' stata pulita ed oleata


Allegato:
20190513_101418.jpg
20190513_101418.jpg [ 269.31 KiB | Osservato 404 volte ]


Allegato:
20190513_101541.jpg
20190513_101541.jpg [ 261.44 KiB | Osservato 404 volte ]


quando rimontate il compensatore...attenzione a bloccare il grano, traguardate dalla tacca di mira e fatelo quando il mirino risulta perpendicolare ed allineato alla luce della tacca di mira.


A questo punto ho voluto fare una prova di precisione, alla distanza di 8 metri in appoggio anteriore su rest, e dopo aver agito sulla tacca di mira nei due sensi per avvicinare il punto di impatto al centro del bersaglio, eccovi in foto il risultato

10 colpi di RWS Geco a 8 metri di distanza in appoggio anteriore


Allegato:
20190513_104318-.jpg
20190513_104318-.jpg [ 274.01 KiB | Osservato 404 volte ]


Allegato:
20190513_104136.jpg
20190513_104136.jpg [ 290.73 KiB | Osservato 404 volte ]


Allegato:
20190513_104214.jpg
20190513_104214.jpg [ 293.87 KiB | Osservato 404 volte ]


questa invece una rosata sempre di 10 colpi di RWS Geco, ottenuta in posizione in piedi, a due mani alla distanza di 6 metri


Allegato:
20190513_104630-.jpg
20190513_104630-.jpg [ 302.23 KiB | Osservato 404 volte ]



questa invece una rosata di 9 colpi fatta alla distanza di 8 metri in piedi, ad una mano sola come in gara. Stessi pallini, qui si vede la bravura del tiratore, non considerate quindi questa rosata per valutare il modello, in questo mondo mi sento ancora un novellino, domenica scorsa ho fatto la mia seconda gara in assoluto in P10.
Ho quindi ancora molto da imparare e migliorare nella tecnica ad una mano, che vi garantisco essere molto impegnativa ma anche molto gratificante


Allegato:
20190513_105210-.jpg
20190513_105210-.jpg [ 236.8 KiB | Osservato 404 volte ]


per oggi vi lascio con questa foto, in particolare nei prossimi giorni mostrero' come settare il grilletto il cui peso di scatto ( sommatoria tra il primo e secondo tempo ) deve per regole internazionali non essere inferiore a 500 grammi


Allegato:
20190513_105317.jpg
20190513_105317.jpg [ 335.05 KiB | Osservato 404 volte ]



sperando di aver fatto cosa gradita con queste prime righe...ci risentiamo al prosieguo della recensione

Fabio

_________________
FORMATORE TECNICO UITS DI 1 LIVELLO
Il mio laboratorio
My channel Youtube
ORO AL CAMP. ITAL. UITS - AIR BENCH REST - 2014 - 2015 - 2016 - 25 METRI - CAT. "OPEN AIR"
ORO AL CAMP. ITAL. UITS - AIR BENCH REST-2015-25 METRI - CAT.: "OPEN AIR","SPORTER AIR","L.V. AIR" e "H.V. AIR" a squadre
ORO AL CAMP. ITAL. UITS - AIR BENCH REST-2016-25 METRI - CAT.: "H.V. AIR" a squadre
ARGENTO AL CAMP. ITAL. UITS - AIR BENCH REST-2016-2017-25 METRI - CAT.: "L.V. AIR" a squadre
ARGENTO AL CAMP. ITAL. UITS - AIR BENCH REST-2014-25 METRI - CAT. "H.V. AIR"
Record Italiano cat. Open- 494/500-18X


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar 14 mag 2019, 10:35 
Non connesso
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Avatar utente

Iscritto il: lun 2 mag 2011, 16:19
Messaggi: 4753
Località: Castelluccio Valmaggiore ( FG )
Età: 55

Località: Castelluccio Valmaggiore
Semplicemente meravigliosa.

_________________
CZ 550 Lux 30.06
Browning Battue Prima 30.06
Browning MK3 Hunter Fluted 30.06
Browning twentyweight cal.12
Browning B 25 Game Gun cal. 12
Marlin XT VR cal. 22
Beretta 390 Silver Mallard cal. 12
Baikal MP 153 Syntex cal. 12
Renato Gamba cal. 12
Bernardelli S. Uberto cal.12
Franchi Alcione cal. 12
Diana 460 Mag. 5,5


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar 14 mag 2019, 18:47 
Non connesso
Supporter
Supporter
Avatar utente

Iscritto il: dom 29 nov 2009, 10:34
Messaggi: 6012
Età: 50

Località: Taranto/Naples-ITALY
oggi ne ho sistemata un altra di K2s, mi e' giunta in arresto cardiocircolatorio.... :grin: :grin: :grin: appartiene ad un altro amico tiratore...ho potuto notare che avevo ragione...il modello della recensione e' quello Young, cioe' quello che ha canna e serbatoio piu' corti...fatti apposta per giovani ragazzi/e o donne mantenendo cosi un peso inferiore e favorendoli.

eccovi alcune foto in cui appaiono vicine, potete notare un altro particolare che avevo affrontato ad inizio recensione, i vecchi serbatoi non dotati di manometro e marcatura collaudo...quelli che non vengono accettati in gara.
Con un esborso di 140 euro ha avuto in un giorno il nuovo serbatoio direttamente a casa sua, usato sia sulla K12 che K10 dotato sia di stampigliatura collaudo/scadenza sia di manometro a stadie...misurante dai 70 ai 250 bar


Allegato:
20190514_120256.jpg
20190514_120256.jpg [ 325.83 KiB | Osservato 382 volte ]


Allegato:
20190514_120346.jpg
20190514_120346.jpg [ 285.18 KiB | Osservato 382 volte ]


Allegato:
20190514_120406.jpg
20190514_120406.jpg [ 296.99 KiB | Osservato 382 volte ]


Allegato:
20190514_121017.jpg
20190514_121017.jpg [ 323.41 KiB | Osservato 382 volte ]


altre diversita' notate:

in quella avuta oggi, dal numero di matricola potete vedere che e' piu' recente, ha il grilletto piu' sofisticato rispetto alla young piu' datata.
La guarnizione arancione sostituita in questa recensione appartiene ai modelli piu' datati, infatti anche la K60 a co2 ( che potete trovare tra le mie recensioni ) usa la stessa, mentre quella piu recente di oggi usa un oring come quasi in tutte le moderne...per il resto sono identiche...


Allegato:
20190514_120420.jpg
20190514_120420.jpg [ 260.92 KiB | Osservato 382 volte ]


Allegato:
20190514_120436.jpg
20190514_120436.jpg [ 310.38 KiB | Osservato 382 volte ]


non importa quale abbiate...sono dei trattori....robustissime, ben fatte, precise ma sopratutto assistenza postvendita validissima ed efficientissima

Fabio

_________________
FORMATORE TECNICO UITS DI 1 LIVELLO
Il mio laboratorio
My channel Youtube
ORO AL CAMP. ITAL. UITS - AIR BENCH REST - 2014 - 2015 - 2016 - 25 METRI - CAT. "OPEN AIR"
ORO AL CAMP. ITAL. UITS - AIR BENCH REST-2015-25 METRI - CAT.: "OPEN AIR","SPORTER AIR","L.V. AIR" e "H.V. AIR" a squadre
ORO AL CAMP. ITAL. UITS - AIR BENCH REST-2016-25 METRI - CAT.: "H.V. AIR" a squadre
ARGENTO AL CAMP. ITAL. UITS - AIR BENCH REST-2016-2017-25 METRI - CAT.: "L.V. AIR" a squadre
ARGENTO AL CAMP. ITAL. UITS - AIR BENCH REST-2014-25 METRI - CAT. "H.V. AIR"
Record Italiano cat. Open- 494/500-18X


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer 15 mag 2019, 0:14 
Non connesso
Spara feltrini
Spara feltrini

Iscritto il: gio 28 giu 2018, 11:41
Messaggi: 31
Località: Francavilla Fontana
Età: 27

Località: Francavilla Fontana
Le mie Armi..................: Tanfoglio Limited Custom HC Cal.40SW,
Weihrauch HW 77 Cal.4,5mm,
Weihrauch HW 30 Cal.4,5mm,
Diana Mauser Kar 98k Cal.4,5mm,
Norica Quick Cal.4,5mm,
Hatsan Mod. 100x Torpedo Cal.4,5mm,
Typhoon Tucson Cal.4,5mm,
Diana LP8 Magnum Cal.4,5mm,
Browning Buck Mark URX Cal.4,5mm
Bellissimi modelli e recensione impeccabile... Una vera e propria enciclopedia per chi possiede questo modello, o per chi intende acquistarlo. Grande Fabio!! :clapping:


Top
 Profilo  
 
 [ 22 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010 Full Version