Ferraioli Calcolatore balistico Accedi alla chat di airgunsitaly Meteo

Benvenuti nel Forum Airguns Italy, dedicato al Tuning ed alle Customizzazioni delle Armi ad Aria Compressa, al Torneo Forum Match Air Bench Rest, e molto altro ancora.


Ultimo accesso: meno di un minuto fa Oggi è sab 24 giu 2017, 8:05

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]




 [ 6 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Hawke Vantage 6-24x44 SF
MessaggioInviato: ven 5 ago 2016, 16:43 
Non connesso
Maestro di relube
Maestro di relube

Iscritto il: ven 28 nov 2014, 14:52
Messaggi: 260
Età: 51

Località: Savona
Premessa
Sto cercando, ormai da parecchio tempo, un cannocchiale “side focus” di buona (o perlomeno discreta) qualità, con ingrandimenti variabili almeno fino a 24X, messa a fuoco minima a partire da 10/15 metri, con un buon margine di regolazione dell’alzo e con dimensioni e peso contenuti (preferibilmente intorno a 500/600 grammi), quindi con campana al massimo da 44 mm…
E una fetta di ##lo…, no?
Vabbè, dai... sarei perfino disposto a sborsare una cifra ben maggiore di quella che poi ho effettivamente speso per l’acquisto di questa Hawke Vantage (intorno ai 250 euro), a tutto vantaggio di una migliore qualità generale su lenti e meccanica.
Al momento, tuttavia, non ho ancora trovato niente di corrispondente alle mie istanze (sono ben accetti eventuali suggerimenti), nemmeno spulciando tra prodotti di buona marca come Bushnell, Nikon, Weaver, Vortex, etc.
Manca sempre qualcosa all’appello… o la messa a fuoco minima o l’aggiustamento dell’alzo, etc.

Svolgimento
Ecco, quindi, questo mio “tentativo” con la Hawke Vantage 6-24x44 SF (codice modello produttore: 14162) che appartiene alla nuova serie denominata “Vantage”.
E’ una linea economica che credo abbia sostituito, di fatto, la serie “Varmint” (ora fuori produzione), ampliando però le possibilità di scelta delle varie versioni (vedi sito web Hawke).
Di fatto credo che la nuova Vantage 6-24x44 SF sia abbastanza sovrapponibile, come prestazioni, alla corrispondente e vecchia Varmint che, però, non ho mai provato.

Nel seguito riporto le principali specifiche “ufficiali”, così come riportate dal sito Hawke:
 trattamento delle lenti a 11 strati
 tubo monopezzo da 1″
 torrette a basso profilo, con regolazione di ¼ di MOA
 reticolo Half Mil Dot
 lunghezza 373 mm
 peso 531 g
 parallasse/messa a fuoco — 14m / 15yds all'infinito
 distanza focale 89 mm
 pupilla d'uscita 7 — 2 mm
 intervallo regolazione elevazione/deriva: 50 MOA

Allegato:
schema.jpg


Apriamo la scatola
Nella dotazione (scarsina) sono forniti i tappi copri lenti, del tipo a “bikini” ma con tappi rigidi e plastica trasparente (già sostituiti con dei flip-open) e un “pannolone” per la pulizia delle lenti. Fine.

Prendiamola in mano
Al tatto trasmette una “sensazione di buona qualità”, forse persino superiore al suo effettivo livello: le finiture e i rivestimenti sono piacevoli e anche i vari componenti (ghiere, tappi, etc.) sembrano ben fatti e rifiniti.
Allegato:
insieme.JPG

La ghiera di regolazione dello zoom è morbida e pastosa quanto basta.
Allegato:
oculare.JPG

La "ruotina" del parallasse, invece, è meno fluida, più dura e un po’ meno piacevole da azionare: diventa particolarmente ruvida nella posizione in corrispondenza dell’infinito.
Probabilmente con un po’ di uso e rodaggio la fluidità andrà a migliorare. Vedremo…
La ruota compie una rotazione di circa 225° per passare dal fuoco minimo all’infinito.
Allegato:
torrette2.JPG

La ghiera dell’oculare (regolazione diottrica), invece, è fin troppo morbida: dopo aver fatto la correzione iniziale è meglio marcare due puntini a matita per controllare al volo il riferimento e il regolare allineamento, oppure bloccarla in qualche modo per evitare spostamenti accidentali.
Allegato:
IMG_4371.JPG

Le torrette di alzo e deriva sono a basso profilo ma ben manovrabili (60 click per giro, percepibili e netti) e si possono anche “azzerare” previo svitamento delle due vitine di fissaggio: per ogni rotazione completa la scala ha un riferimento numerico che arriva fino a 15 (rappresentanti i MOA), con quattro scatti singoli (da ¼ di MOA, appunto) per ogni numero.

Il tutto ha un buon grip e i vari riferimenti (torrette, parallasse e zoom) sono ben incisi e leggibili.
Allegato:
torrette.JPG

Il peso dell’ottica è addirittura un po’ inferiore a quanto dichiarato e, per l’esattezza, è pari a 520 g.
Non male, per un’ottica variabile 6-24X “sidefocus” è davvero un gran bel risultato.

Guardiamola dentro
Anche se questa valutazione (forse la più importante) è abbastanza soggettiva e personale, mi sento di dire che, a mio parere, la qualità ottica del cannocchiale è piuttosto buona, in relazione all’economicità del prodotto.
Le immagini sono sufficientemente luminose e ben definite, senza particolari aberrazioni cromatiche, distorsioni e/o vignettature.
Il mio occhio, inoltre, ci si “accomoda dentro” facilmente e ci resta in modo abbastanza confortevole: trovare il punto “magico” tra estrazione pupillare e pupilla d’uscita è piuttosto agevole.
Nessun fastidioso effetto nebbia o appannamento al massimo ingrandimento.
Il reticolo, del tipo “Half Mildot”, è abbastanza sottile, anche se piuttosto “trafficato”.

Allegato:
reticolo.jpg


Prove pratiche
Dopo aver centrato “otticamente” il cannocchiale (centraggio reticolo/tubo erettore) utilizzando il sistema della rotazione attorno al suo asse longitudinale (su blocchi a V), ho eseguito le prove pratiche di rito, mettendolo in morsa:

La distanza minima di messa a fuoco, al massimo ingrandimento (24X), è di circa 12,80 metri.

Il “True Mildot” è effettivamente in corrispondenza del riferimento “10X” indicato sulla ghiera dello zoom.

L’escursione massima dell’alzo (con torretta della deriva centrata) è in effetti pari a complessivi 50 MOA, così come dichiarato dal produttore: l’ho verificato realmente, misurando l’effettivo spostamento del reticolo sul bersaglio a distanza nota. 50 MOA esatti, non uno di più e non uno di meno…
Forse un aggiustamento un po’ scarso per la balistica tipica di un’aria compressa ma, a mio parere, si può comunque considerare come il “minimo sindacale”.
In ogni caso, per me attacchi regolabili… sempre!

Partendo dalla posizione di azzeramento da me utilizzata (centraggio sopradescritto) la meccanica della torretta di elevazione fornisce la seguente escursione:
UP = 160 click (di cui però soltanto i primi 96 “attivi”, oltre non sortiscono più alcun effetto)
DOWN = 88 click (tutti efficaci sino al fondo corsa meccanico)
per un totale di circa 184 click utili, aventi regolazione unitaria (media calcolata sul totale) leggermente superiore al ¼ di MOA dichiarato.

L’escursione massima della deriva nemmeno l’ho guardata e misurata perché è mia “usanza” montare sempre il cannocchiale con la deriva centrata otticamente (attacchi regolabili) e usare tale torretta solo per minime correzioni (quelle di fino).

Smanettando sullo zoom e sulla ruota del parallasse… il centro del reticolo (e, quindi, il punto mirato) non subisce spostamenti significativi al variare del fattore d’ingrandimento e della messa a fuoco. Il tutto resta ben allineato.

Anche la meccanica delle torrette sembra garantire una buona ripetibilità e costanza delle regolazioni e delle varie posizioni: ho eseguito una rapida prova del quadrato (battuta di punti intorno al centro bersaglio e ritorno allo zero) con esito positivo, anche se l’affidabilità che più mi interessa è soltanto quella della torretta dell’alzo, per i motivi già esposti.
Più che con i quadrati, quindi, mi sono prodigato con il “dolce su e giù” e, almeno per il momento, le regolazioni sull'asse verticale (UP e DOWN) sembrano precise e regolari.

Per inciso, a mio parere questo tipo di accuratezza e costanza ha semplicemente del miracoloso, specie su ottiche così economiche: fosse anche qualcosa di limitato nel tempo (e lo è… perché l’uso intensivo delle regolazioni, di solito, produce effetti deleteri sulla precisione delle stesse) per me rimane sempre un mistero la relativa precisione che riesce a raggiungere tutto il sistema…

Chi conosce il funzionamento di un tubo erettore e le sue caratteristiche fisiche forse capirà cosa voglio dire: in pratica una regolazione meccanica (anche relativamente grossolana) applicata ad un sistema ottico che amplifica ogni effetto ed errore e che restituisce al tiratore un “risultato geometrico” sul bersaglio piuttosto preciso.
“Traaa! Beh… dai… capolavoro!”

Conclusioni
Un prodotto di fascia economica ma decisamente “onesto”, nonostante debba ancora provarlo sul campo e verificarlo con l’uso nel tempo e nello spazio...
Magari per me non sarà l’ottica “definitiva” (ma quando mai?) ma, per il momento, mi è piaciuta abbastanza.
Leggiadra e precisa, sicuramente finirà presto su una scina anziché in un cassetto.


Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Hawke Vantage 6-24x44 SF
MessaggioInviato: ven 5 ago 2016, 17:05 
Non connesso
Esperto di tuning
Esperto di tuning
Avatar utente

Iscritto il: mar 22 ott 2013, 20:35
Messaggi: 2247
Località: verona
Età: 42

Località: verona
Le mie Armi..................: HW40 e Diana Panther F21


Le mie ex:
Stoeger X10
Stoeger X5
Baikal Izh61
HW30S
Crosman M4
Crosman MK177
:complimenti: per la recensione!
:cheers:

_________________
ImmagineImmagine


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Hawke Vantage 6-24x44 SF
MessaggioInviato: ven 5 ago 2016, 17:27 
Non connesso
Supporter
Supporter
Avatar utente

Iscritto il: ven 24 mag 2013, 7:48
Messaggi: 10011
Età: 42

Località: Ponzano V.to (TV)
Le mie Armi..................: HW100-Hawke 10x42/Nikko TM 6-24x56
HW77K-C5-Leupold 3-9x33/diottra
Bella lì! :clap: La cosa che più mi rincuora è la corretta taratura del reticolo, cosa molto rara nelle ottiche economiche.
Grazie per la recensione! :handshake:

_________________
Immagine
"...A quanto pare l'intensità del vento è direttamente proporzionale alla mia voglia tirare!"


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Hawke Vantage 6-24x44 SF
MessaggioInviato: ven 5 ago 2016, 18:11 
Non connesso
Supporter
Supporter
Avatar utente

Iscritto il: ven 9 ott 2009, 11:12
Messaggi: 7283
Età: 66

Località: Asola
Complimenti: tecnica e piacevole. :yes:
Per fermare la ghiera di regolazione del visus basta un giro di nastro adesivo nero e sei a posto; usando i copri oculari non lo vedi neanche. Quanto alla durezza della terza torretta non lo ritengo un difetto, specialmente se viene utilizzato un ruotone tipo FT che moltiplica il braccio di leva.
Ciao.

_________________
Ennio


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Hawke Vantage 6-24x44 SF
MessaggioInviato: ven 5 ago 2016, 18:38 
Non connesso
Moderatore Globale
Moderatore Globale
Avatar utente

Iscritto il: mar 4 giu 2013, 13:08
Messaggi: 2089
Località: Milano
Età: 27

Località: Milano
Le mie Armi..................: Daystate Wolverine 7,65 mm

Walther LG 300 Alutec 4,5 mm

KalibrGun Cricket 5,5 mm

Compressore portatile Coltri
Bella recensione recensione poche se ne leggono in giro.
Meglio delle riviste di settore, sicuramente!

_________________
Immagine Immagine Immagine

Ottiche acquistate e testate: Schmidt & Bender 12,5-50x56 Field Target; Sightron SIII 6-24x50, 8-32x56, 10-50x60; Nikko Stirling Diamond 10-50x60; Hawke Sidewinder 30 8-32x56; ATN X-Sight II 3-14x Smart HD.

Armi AC acquistate e testate: Air Arms 200 S 4,5 mm - calciatura Effezeta - regolatore T.S.; Crosman Benjamin Marauder 4,5 mm; Morini Competition Arm S. A. CM 162 EI 4,5 mm.


Top
  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Hawke Vantage 6-24x44 SF
MessaggioInviato: sab 6 ago 2016, 18:57 
Non connesso
Maestro di relube
Maestro di relube

Iscritto il: ven 28 nov 2014, 14:52
Messaggi: 260
Età: 51

Località: Savona
Grazie per tutti i complimenti e per i suggerimenti. Mi fa piacere vi sia piaciuta...


Top
  
 
 [ 6 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010 Full Version